Home / Arte contemporanea / Kara Walker contro l’uomo bianco. L’arte razziale in America. La tecnica delle silhouette
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Kara Walker contro l’uomo bianco. L’arte razziale in America. La tecnica delle silhouette


Gratis quotazioni di Kara Walker opere, prezzi, costi, valore, aste, stime, valutazioni, risultati d’asta gratis.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Un'opera di Kara Walker (1969) realizzata attraverso il ritaglio di cartoncino nero, com 'è sua consuetudine. Il lavoro si pone in contrasto con l'ideale di maternità angelicata, che appartiene al mondo dei bianchi.

Un’opera di Kara Walker (1969) realizzata attraverso il ritaglio di cartoncino nero, com ‘è sua consuetudine. Il lavoro si pone in contrasto con l’ideale di maternità angelicata, che appartiene al mondo dei bianchi.

Kara Walker, interprete di una cultura di ribellione al’elemento bianco, è un’affermata autrice afro-americana nata nel 1969.  E’ nota soprattutto per i suoi grandi quadri di silhouette nere, che riprende, sotto il profilo tecnico dalle pratiche d’arte applicata viennesi e parigine, un tempo utilizzate per realizzare rapidamente ritratti di  profilo. Il bianco e il nero posti in contrasto assoluto, in un’inconciliabilità cromatica, le carte decoupé con una violenta delineazione del tracciato ritagliate, i formati ampi,la ripresa di immagini di antiche fiabe trasformate in luoghi della violenza conferiscono a questa artista una notevole potenza.Oggetto del suo esame sono soprattutto le tensioni tensioni razziali in America, le repressioni compiute dal potere, la violenza di genere e la sessualità.  Nato a Stockton, in California, si trasferisce al Sud a tredici anni, quando suo padre, accetta lavoro dalla Georgia State University.

La famiglia si trasferì così a Stone Mountain, un sobborgo di Atlanta. Kara, sin dagli esordi, si è concentrata sulla pittura e sull’incisione diplomandosi alla Rhode Island School of Design. Nell’anno della laurea, è stata chiamata ad esporre alla  biennale del Whitney Museum of American Art di New York. A 27 anni, è stato premiata con la borsa di studio della Fondazione John D e Catherine T MacArthur. Nel 2002 è stato scelta per rappresentare gli Stati Uniti alla Biennale di San Paolo in Brasile. Il suo lavoro è stato esposto a livello nazionale e internazionale ed è incluso nelle collezioni di importanti musei di tutto il mondo. Attualmente vive a New York, dove insegna arti visive presso l’Università di Columbia. Le opere, nel corso del 2015, hanno raggiunto quotazioni, come potremo vedere più sotto, di circa 400mila dollari.

NEL FILMATO UN VIAGGIO TRA LE OPERE DI Kara Walker



GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI CON FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.

www.sothebys.com/en/search-results.html?keyword=Kara+Walker


www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=search&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=%22Kara%20Walker%22

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista