Home / Aneddoti sull'arte / La Mini Lisa: scienziati creano l’opera d’arte più piccola al mondo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

La Mini Lisa: scienziati creano l’opera d’arte più piccola al mondo

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


La 'Mini Lisa' al microscopio

La ‘Mini Lisa’ al microscopio

Un’impresa alla Leonardo da Vinci. E cosa utilizzare come esempio per un esperimento tanto particolare se non l’opera più famosa al mondo dipinta dal genio più celebrato al mondo; da sempre affascinato dalla scienza e dal superamento dei confini fisici. Scienziati della Georgia Institute of Technology hanno utilizzato un microscopio a forza atomica e un processo noto come Nanolitografia termochimica (TCNL) per “impressionare” una “tela” grande solamente 30 micron (il diametro di un capello umano misura tre volte tanto).
“Con questa innovativa tecnica – spiega  Jennifer Curtis a capo del progetto ‘Mini Lisa‘ – e procedendo pixel per pixel, abbiamo riscaldato la superficie, trattata con un reagente. Tale riscaldamento genera reazioni chimiche che portano alla formazione di nuove molecole. Controllando e riscaldando, con differenti temperature, le molecole generate è possibile ottenere varie tonalità di colore “.



Jennifer Curtis a capo del progetto 'Mini Lisa'

Jennifer Curtis a capo del progetto ‘Mini Lisa’



Dalla possibilità di lavorare con strumenti ad altissima precisione e sfruttando il ben definito confinamento spaziale di queste reazioni chimiche ecco prendere vita ‘Mini Lisa’. “Abbiamo creato una Monna Lisa ricorrendo alla tecnica del contrasto – prosegue Hennifer curtis -; una maggiore quantità di calore produce un grigio più chiaro, che abbiamo utilizzato per la fronte e le mani, mentre da un calore minore si ottengono toni più scuri per i vestiti e i capelli.”
Il progetto, ovviamente,  non consisteva solo nel creare una versione in scala ridotta della Gioconda. Serviva in realtà a dimostrare che questa tecnica fosse possibile.  Tecnica che ora potrebbe avere importanti implicazioni per la nanofabbricazione di dispositivi.

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

L’urlo e l’immane boato. Quando il pennello dipinge il rumore. Giulio Romano, sala Giganti

Le orge nell’arte – Le illustrazioni originali delle opere di De Sade furono ispirate dal Teatro del sesso