Home / News / La provocatoria Regina d’Inghilterra nel ritratto dipinto da Freud
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

La provocatoria Regina d’Inghilterra nel ritratto dipinto da Freud

Lucian Freud ritrae la Regina d'Inghilterra

Lucian Freud ritrae la Regina d’Inghilterra

Lucian Freud (1922-2011), come si sa era nipote di Sigmund, e come il padre della psicanalisi era ebreo: per questo, dopo che Hitler salì al potere in Germania, la famiglia Freud si trasferì in Inghilterra, dove, il futuro artista nel 1939 ottenne la cittadinanza inglese. Oggi è considerato uno dei più significativi pittori dell’era contemporanea. I ritratti e i nudi erano la sua specialità: tra i soggetti scelti nel corso della sua carriera vanno ricordati gli amici, i familiari, le amanti e i bambini, temi che gli hanno permesso comunque di creare quadri sempre e puramente autobiografici. Una curiosità, forse non troppo risaputa, è legata alla figura di questo artista.

Nel Duemila la Regina Elisabetta gli aveva chiesto di ritrarla, così come nei secoli passati, grandissimi pittori avevano ritratto i suoi predecessori (Enrico VIII è stato immortalato da Holbein, Carlo V da Tiziano, Carlo I da Van Dyck). E così Freud fu costretto a derogare dall’abitudine, secondo la quale realizzava i propri ritratti sempre nell’atelier, e si recò a St. James’s Palace tra il maggio del 2000 e il dicembre del 2001. Il piccolo ritratto fu regalato dal pittore alla Regina, alla quale chiese espressamente di indossare, durante le sedute di posa, la corona di diamanti.

L. FREUD, Ritratto della Regina Elisabetta II, 2000-2001, olio su tela, 23,5 x 15,2 cm, Windsor, Castello di Windsor

L. FREUD, Ritratto della Regina Elisabetta II, 2000-2001, olio su tela, 23,5 x 15,2 cm, Windsor, Castello di Windsor

Quando il quadro fu reso pubblico, alcuni critici rimasero stupiti nel costatare che, persino per immortalare la sovrana, Freud non avesse rinunciato al suo usuale, e spesso provocatorio, stile. Per l’occasione, “The Sun” paragonò l’effige della Regina Elisabetta, impietosamente, a quella di un “travestito”.

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista