Home / Pittura antica / La storia del ritratto e la sua evoluzione. Qui il bellissimo video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

arte videop

La storia del ritratto e la sua evoluzione. Qui il bellissimo video

 

Clicca qui per approfondire il tema del RITRATTO NELL’ARTE
Libri, saggi e studi sull’evoluzione del ritratto dall’antichità a oggi

All’inizio vi era il profilo, come testimoniano le opere di Pisanello, Filippino Lippi, Paolo Uccello

All’incirca dal 1500 i soggetti iniziano a ruotare in direzione dell’osservatore. Ne sono un esempio le opere di Antonello da Messina. Il corpo  assume un valore importante, quasi didascalico, all’interno dell’opera. Ne sono un esempio i ritratti realizzati da Leonardo da Vinci, Raffaello, Giovanni Battista Moroni, Van Dyck ( i soggetti erano rappresentati a figura intera per trasmettere eleganza, lusso, potere), Rubens, Vermeer, Rembrandt…

Grande importanza iniziano ad assumere anche gli scenari retrostanti il soggetto. Il paesaggio infatti non è più “piatto” e di secondaria importanza, ma contribuisce ad arricchire l’opera, fornendo spunti informativi e contestualizzando il periodo e l’epoca.

Clicca qui per approfondire il tema del RITRATTO NELL’ARTE
Libri, saggi e studi sull’evoluzione del ritratto dall’antichità a oggi

x

Ti potrebbe interessare

boschapertpar

La setta erotica di Bosch. Come leggere gli ironici e inquietanti quadri del maestro

Tiziano Vecellio, Salomè con la testa del Battista, (particolare del volto di Salomè) 1515 circa, Olio su tela, 90×72cm, Roma, Galleria Doria Pamphili

Tiziano e la sua giovane amante – Il legame svelato nel quadro da una viola