Home / Design e Architettura / L’albergo all’aperto di due artisti svizzeri. Gli hotel più strani del mondo. Video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

L’albergo all’aperto di due artisti svizzeri. Gli hotel più strani del mondo. Video

VUOI FAR VALUTARE GRATUITAMENTE, AI CORRENTI PREZZI DI MERCATO,
DA UN POOL DI ESPERTI, QUADRI, STAMPE, OGGETTI D’ANTIQUARIATO, DI MODERNARIATO, TAPPETI, MONETE ECC? TUTTE LE CATEGORIE SOTTOPOSTE A VALUTAZIONE GRATUITA SONO NELLA FOTO QUI SOTTO. NON E’ NECESSARIO AVERE CAPOLAVORI. OD OPERE SUPER-FIRMATE

a cata 1

ACCEDI, SENZA IMPEGNO ALCUNO, AL SERVIZIO GRATUITO DI VALUTAZIONE OFFERTO DA CATAWIKI, NOSTRO PARTNER TECNICO, CLICCANDO SUL LINK QUI DI SEGUITO, QUELLO COLOR ARANCIONE. ACCEDERAI ALLA PAGINA DEDICATA.
TI DIRANNO IL VALORE E, SE POI, VORRAI VENDERE, POTRAI FARLO ANCHE ATTRAVERSO LO STESSO SERVIZIO. OPPURE COMPIERE LA TUA SCELTA LIBERA. NON CI SONO VINCOLI. NON SI RICHIEDE CHE SI PRESENTINO CAPOLAVORI ASSOLUTI O MATERIALI DI GRANDISSIMO VALORE. IL LINK SERVIZIO GRATUITO VALUTAZIONE. ECCOLO:  www.catawiki.it/stilearte-valutazioni

xxxxxxxx

Belle le foto, divertente il concetto. E impagabile, per quanto scomoda, la nottata. E’ in Svizzera, a 1.960m di altitudine – a Safiental, nel cantone dei Grigioni. Un pavimento, un letto matrimoniale, due comodini e due lampade – il Null Stern Hotel, l’ hotel totalmente all’aperto che riduce all’essenziale ogni servizio – il primo bagno disponibile è a dieci minuti di cammino – ma che dispone di un maggiordomo. E diciamolo: di un gran-letto. Un hotel senza stelle, ma che ne ha milioni e milioni sulla volta celeste. E provate voi – per quanto stretti stretti, imbullonati nell’abbraccio e perfettamente impiumonati – il fresco che fischia da quelle parti.

Il Null Stern Hotel è stato ideato da Frank e Patrik Riklin, fratelli gemelli, realizzato con la collaborazione di uno splendido maitre professionale, Daniel Charbonnier. Ma è un gioco solo a metà perchè dormire – o meglio: vegliare – nella stanza più panoramica del mondo costa 250 franchi svizzeri a notte.

I due artisti hanno già lavorato sul concetto di accoglienza, di naturalezza, di ospitalità, di artificiosità che sta in ogni esperienza alberghiera. Tra il 2008 e il 2010 Frank e Patrik avevano operato sugli spazi di un bunker anti-atomico, nel cantone di San Gallo in Svizzera, trasformando il luogo in un hotel “a zero comodità”. Pure il prezzo era contenuto, poichè la parte concettuale era superiore a quella “commerciale”. Dormire in quel luogo sottoterra, senza alcuna comodità, costava dieci franchi a notte. Ma nel mondo sono tanti gli hotel che “lo fanno strano”. Eccone, nel video, una selezione divertente.


Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Straordinaria pittura romana, capire gli stili di duemila anni fa

Sculture nei vigneti e nei musei delle cantine. Penone porta l’arte povera in Provenza