Home / News / L’arte di Pigcasso, il maialino “pittore” salvato dal macello. Qui il video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Senza titolo-2

L’arte di Pigcasso, il maialino “pittore” salvato dal macello. Qui il video

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


Il suo nome d’arte è Pigcasso. Il pennello quasi sempre in bocca, intinto nel colore, e i rapidi movimenti del capo, per tracciare sulla candida tela, vivaci e colorati segni.  Così il maiale “artista” produce le sue opere, sempre più ricercate da appassionati, da animalisti ma anche da galleristi inglesi.

E pensare che il destino della scrofa Pigcasso,sarebbe dovuto essere ben diverso. Il maiale in questione, infatti, era destinato al macello. La sua attuale padrona,Joanne Lefson, vedendo lo stato di degrado dell’allevamento in cui era prigioniero il povero animale, decise di salvare la bestia da morte certa.

Clicca qui per approfondire l’argomento. Vi proponiamo un libro, in inglese, dedicato ad una storia del tutto simile dal titolo: “Cured Ham: Smithfield the Painting Pig

Oggi sono amiche inseparabili. Una amicizia allietata dall’arte. “Fin da subito, infatti, ha spiegato Joanne, Pigcasso ha dimostrato di avere una grande sensibilità. Ho deciso così di comprare un secchio di vernice e una tela e ho guidato, inizialemente i suoi movimenti, per insegnarle come impressionare la tela. Una volta capito il meccanismo è iniziata la magia”

Pigcasso, adora, conferma la padrona, dipingere paesaggi. Ogni opera poi è firmata direttamente dall'”artista” che intigne il grugno nel colore e lo appone, a mo’ di timbro, sulla tela.

Clicca qui per approfondire l’argomento. Vi proponiamo un libro, in inglese, dedicato ad una storia del tutto simile dal titolo: “Cured Ham: Smithfield the Painting Pig

pig

Tantissime le “opere” finora realizzate dalla scrofa. Il ricavato della vendita di questi dipinti, inoltre, è destinato ad un fine benefico ed è impiegato dalla Farm Sanctuary SA, per cercare di togliere dalle gravi condizioni in cui versano i macelli industriali i poveri maiali.

Clicca qui per approfondire l’argomento. Vi proponiamo un libro, in inglese, dedicato ad una storia del tutto simile dal titolo: “Cured Ham: Smithfield the Painting Pig


Dedicato agli amanti dei maialini:

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

a heier

Dipinse gatti d’Angora. E Gatto Arthur Heyer divenne un artista famoso. Il video

a agrigento

La valle dei Templi di Agrigento vista da un drone. Spettacolare. Il filmato di 2 minuti