Home / Mostre in Italia / Le dame dei Pollaiolo al Museo Poldi Pezzoli di Milano
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le dame dei Pollaiolo al Museo Poldi Pezzoli di Milano

pollaoiolo

Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento
Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 – 20121 Milano
7 novembre 2014 al 16 febbraio 2015

Orari
Il Museo è aperto dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30)
Il Museo è chiuso tutti i martedì, a Capodanno, Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio, il 15 agosto, il primo novembre, l’8 dicembre, a Natale e Santo Stefano.

Accessibilità
Per accedere alle sale del primo piano è possibile utilizzare l’ascensore del palazzo.
Per chi dovesse averne bisogno, è disponibile una sedia a rotelle.

Informazioni
E-mail: ferraris@museopoldipezzoli.it
Telefono: +39 02 79 4889/6334
Fax: + 39 02 45473811


La mostra “Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento” riunisce una selezione di opere di grande qualità provenienti dalle botteghe di due dei più famosi artisti del XV secolo – Antonio e Piero del Pollaiolo – e sarà aperta al pubblico dal 7 novembre 2014 al 16 febbraio 2015 nelle sale del Museo Poldi Pezzoli.

L’esposizione, che intende ripercorrere la storia della fortuna artistica dei fratelli fiorentini, ha avuto come naturale punto di partenza il simbolo del Museo Poldi Pezzoli: il Ritratto di giovane donna di Piero del Pollaiolo, eletto ad effige della casa museo dai milanesi stessi e considerato uno dei maggiori capolavori della ritrattistica della seconda metà del ‘400. Accanto alla dama cittadina vengono riuniti per la prima volta nella loro storia gli altri tre ritratti attribuiti nel tempo ai fratelli Pollaiolo, grazie a importanti prestiti da istituzioni nazionali e internazionali: la Gemäldegalerie di Berlino, il Metropolitan Museum of Art di New York e la Galleria degli Uffizi di Firenze.

Oltre ai ritratti delle quattro dame, vengono esposti anche splendidi dipinti di medio e piccolo formatocapaci di evidenziare le differenze tra la cultura pittorica di Antonio e quella del fratello Piero.

A testimonianza dell’ampiezza e della complessità degli interessi e del talento di Antonio, l’esposizione raccoglie inoltre molteplici capolavori provenienti dalla sua bottega e risultato di diversi campi di applicazione: disegni, sculture in bronzo e terracottae altre opere preziose, come scudi da parata e crocifissi in argento e in sughero.

26.Piero del Pollaiolo Ritratto di giovane donna, 1465 tempera e olio su tavola di pioppo, cm 52,5 x 36,5  ©Berlino, Gemäldegalerie, Staatliche Museen zu Berlin, Preußischer Kulturbesitz

Piero del Pollaiolo
Ritratto di giovane donna, 1465
tempera e olio su tavola di pioppo, cm 52,5 x 36,5
©Berlino, Gemäldegalerie, Staatliche Museen zu Berlin, Preußischer Kulturbesitz

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista