Home / Arte Eros / Le illustrazioni erotiche del Celeste impero e del Sol Levante
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le illustrazioni erotiche del Celeste impero e del Sol Levante


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

cina

Percepite da culture lontane, quali la nostra, le antiche illustrazioni erotiche cinesi e giapponesi, e in genere, dell’estremo Oriente, sembrano scaturire da una comune radice linguistica e iconografica, caratterizzata da un intenso uso della linea disegnativa, che chiude corpi e oggetti, dall’uso di colori particolarmente accesi e dalla compresenza di elementi realistici accanto ad altri di potenziamento espressivo, con un ingrandimento della parte o delle parti che risultano centrali sotto il profilo dell’osservazione. Ciò che la nostra cultura, a partire dal Quattrocento, ha evidenziato, in pittura, con l’uso della luce, come fosse un “occhio di bue teatrale”, in Oriente veniva, spesso, dimensionalmente ingrandito, attraverso un processo selettivo del particolare. Così accade, nel disegno e nella pittura orientale di matrice erotica, per gli organi sessuali delle persone rappresentate che non sono in proporzione dimensionale con il resto del corpo, ma ingranditi.



ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica

a gibbs copertina

Ciao, buona fortuna e buona giornata a tutti