Home / News / Le opere finaliste del Premio internazionale di scultura “Domenico Ghidoni”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le opere finaliste del Premio internazionale di scultura “Domenico Ghidoni”


La giuria del Premio internazionale di scultura Domenico Ghidoni ha scelto, attraverso votazione,  le opere che parteciperanno alla finale e che andranno in mostra a Ospitaletto, dal 12 dicembre 2015, data dell’inaugurazione di Scultura contemporanea.Omaggio a Domenico Ghidoni. I finalisti e gli artisti della sezione di Ospitaletto sono pregati di concordare o comunicare le modalità di consegna dell’opera per l’allestimento della mostra, – è’ naturalmente possibile che l’artista consegni anche direttamente la propria scultura –   ad Alessandro Scalvenzi, 3939182495.

In finale e in mostra
(autori in ordine alfabetico)

Silvio Amato, Evoluzione, 2015
ceramica e metallo, 60 x 20 x 50 cm

Alessandro Fabio Basile, L’abbraccio del figlio, 2015
bronzo patinato, 40 x 35 cm

Flavia Berardi, Luce, 2015
tecnica mista, gesso e lampada, 70 x 45 x 25 cm

Michela Bianchi, Freedom, 2009
vetrofusione con vetri opalescenti
e base in creta raku, 30 x 30 x 28 cm

Daniele Boi, Metamorfosi, 2013
marmo rosa perlino e granito rosa beta, 50 x 90 x 27 cm

Riccardo Bonfadini, Lezione di Lettere, 2014
macchina per scrivere anni 70 e personaggi in miniatura
su base legno, cm 45 x 45 x 25 cm

Denis Brocchini, Alter ego, 2015
marmo di Carrara, ferro, filo di nylon, 37 x 23 x 23 cm

Gianni Buzzi, Pinocchio calciatore, 2010
dinamica composta lignea, 21 x 32 x 80 cm

Casa a Mare, Paracane, 2015
tecnica mista, mattoncini in terracotta, stucco, pigmento nero puro
vetro, legno di rovere, plexiglass, 23 x 26,3 x 15 cm

Pietro D’Angelo, Fanciullo con gatto, 2015
assemblaggio, rete e graffette in acciaio inox
120 cm x ø 50 cm

Antonio delli Carri, Mappina al grano ed al melograno, 2015
scultura-agglomerato, resine epossidiche e poliesteri
100 x 100 x 20 cm

Marco Fattori, Suprematismo di Sistemi, 2012
tecnica mista, compensato, legno
76,5 x 54 x 10,5 cm

Francesco Firpo, I sogni della colonna, 2015
tavole di abete, sagomate e unite con viti, 140 x 50 x 50 cm

Gabriele Garbolino Rù, Filo d’acqua, 2011
terracotta ceramificata, 40 x 20 x 20 cm

Attilio Gerbino, City, 2005
polistirolo e nastro, 123 x 64,5 x 6 cm

Anna Ghilardi, Erosion, 2015
scultura in marmo di Carrara, 55 x 33 x 17 cm

Corrado Guderzo, Primordi di esistenza, 2012
resina e metallo, 100 x 75 x 14 cm

Arian Kalari, Ritratto di bambina, 2014
pietra scolpita, altezza 40 cm

Michele Liparesi, Alce, F-lux, 2015
rete metallica, 100 x 80 x 200 cm

 
Christian Loretti, Patelle, 2014
fusione a cera persa, alluminio spazzolato, 90 x 90 x 15 cm

Matteo Manfrini, Wakwak #3, 2015
fusione in bronzo, 28 x 15 x 15 cm

Fatima Messana, Velata Pietas, 2015
tecnica mista, 100 x 140 x 100 cm

Silvia Naddeo, Storia di una zucchina, 2013
tecnica mista, smalti, stampa ad inchiostro su carta
elementi in legno e acciaio, 7 x 27 x 15 cm

Gabriele Pace, Stuck, 2010
tecnica mista, 95 x 65 x 120 cm

Rino Pagni, Sirena, 2013
poliuretano espanso, nylon, tela di juta, vetroresina, gesso
pittura ad olio su legno, 200 x 100 x 15 cm

Fabrizio Pedrali, Spazio, 2006
scultura in pietra di Sarnico, 60 x 12 cm

Flavio Pellegrini, mONDOvISIONE, 2015
legno, 60 x 60 x 60 cm

Elisa Pezzotti, Impulso 3, 2014
scultura in marmo di Carrara, 105 x 50 x 28 cm

Morgan Zangrossi, Senza titolo, 2015
assemblaggio componenti hardware su supporto ligneo e plexiglass
ruggine e doratura, 50 x 50 x 6 cm

 

In mostra nella sezione speciale

Scultori di Ospitaletto
Omaggio a Domenico Ghidoni
(autori in ordine alfabetico)

 

Michele Agostini, Brachius, 2013
tecnica mista, legno, resina, polistirolo
gesso, foglia d’oro, 70 x 70 x 18 cm

Enrico Coradi, L’attesa, 2012
tecnica mista, legno, tessuto, colle
finitura con vernice effetto anticante
110 x 65 x 65 cm

Enrico Coradi, La donna ragno, 2014
tecnica mista, legno, ferro, cemento, colle
finitura in foglia oro effetto bronzo
60 x 102 x 70 cm

Maurizio Martinelli, Elementi assemblati, 2010
scultura di acciaio cor-ten e cor-ten smaltato
200 x 100 x 35 cm

Maurizio Martinelli, Ritratto dello scultore Domenico Ghidoni, 2015
scultura di creta colorata ad olio
47 x 47 x 18 cm

Maurizio Martinelli, Ritratto dell’artista Enrico Job, 2014
scultura in creta, 34 x 20 x 25 cm

Maurizio Martinelli, Ritratto di mio padre Giuseppe, 2008
scultura in creta, colorata ad olio, 40 x 25 x 18 cm

Maurizio Roggero, Il Piccolo Principe, 2000
scultura e assemblaggio a incastro
ferro e legno, 26 x 87 x 10 cm

x

Ti potrebbe interessare

a pornopitocchetto

Che fai, ragazza con quella mano? Il Porno-Pitocchetto e dintorni nel Settecento contadino

musei gratis domenica

Musei gratis il 4 dicembre. Qui l’elenco completo Italia. #DomenicalMuseo