Home / Arte Eros / Le sbarre e il desiderio erotico proibito, nella pittura tra Settecento e Ottocento
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le sbarre e il desiderio erotico proibito, nella pittura tra Settecento e Ottocento



PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

copertina

Le sbarre hanno rappresentato, nei regimi di forte separazione tra sessi, una barriera e uno straordinario gioco per unirsi carnalmente senza varcare quella linea di ferro che demarcava la distinzione dei territori della virtù e del peccato. Sicchè attorno al mito del cancello, delle inferriate, delle finestre protette o dei cancelli si giocò, tra Settecento e Ottocento tutta una lettueratura e una pittura di piccanti congiunzioni, solo parzialmenbte impedite da un ostacolo o forse proprio rese più acute e coinvolgente, a causa dell’impedimento da annullare.

Oggi, avendo perduto l’idea che suore e sacerdoti debbano fare i conti, umanamente con le pulsioni, deviandole nel caso di una tenuta del voto di castità o “commettendo peccato”, non ci stupiamo degli infortuni delle virtù. a meno che l’oggetto del desiderio siano bambini e bambine.Nel passato, quando la Chiesa invece sottolineava la propria superiorità morale, questi cedimenti diventavano paradigmatici di una falsità di costumi e del farisaismo ecclesiale, che erano subito stigmatizzato, anche sui temi sessuali, specie dalla pubblicistica massonica.

Comunque sia i disordini nei conventi maschili e femminili, specie quando ci si trovava di fonte alle monacazioni forzate, erano
all’ordine del giorno, a partire dal Medioevo e, per questo i luoghi di vita consacrata erano oggetto di controlli ferrei, che non potevano risolvere completamente il problema.
Nel Settecento e nell’Ottocento ci si divertì molto raccontando o dipingendo rapporti sessuali che avvenivano nonostante l’impedimento dell’inferriata. Una delle opere scabrose e più belle, sotto il profilo qualitativo della pittura e della scenetta raccointata con levità biedermeier, dedicate al tema è certamente l’olio di Heinrich Lossow, dipinto nella seconda metà dell’Ottocento.
Heinrich Lossow ilpeccato

Una giovane suora dalle carni eburnee, sta, contro un cancello, in una posizione di volo estatico, mentre alle spalle appare la figura bruna e matura di un monaco, che non può osservare ciò che sta commettendo. Il tema delle sbarre come segno di un rapporto amoroso proibito, torna nel dipinto di Angelo Inganni, della stessa epoca, e qui riguarda il corteggiamento di un ricco signore a una giovane contadina, mentre un’anziana dorme. Suggestione frizzantina, senza consumazione del peccato, almeno in questo frame. In altre illustrazioni dell’epoca o dei primi del Novecento si coglieva invece il dopo approccio, senza la minima reticenza descrittiva, come possiamo ben vedere.

inganni

Jean Adrien Mercier 13

Eusebi Planas 9

L’amore selvaggio in una tavola ottocentesca del francese Devéria

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 www.stilearte.it/category/arte-eros/

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le foto di Lyagushkin: la Bella e la Bestia danzano nell’acqua del Polo sotto il ghiaccio

Posare per una foto sotto un gelido salto d’acqua. E la pelle si plasma di brividi