Home / Arte Eros / Lei suona l’arpa e lui la tromba. Eros e musica. Disegni del ‘700 e ‘800
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Lei suona l’arpa e lui la tromba. Eros e musica. Disegni del ‘700 e ‘800

Thomas Rowlandson (Londra, 14 luglio 1756 – 1827) ,  Il concerto

Thomas Rowlandson (Londra, 14 luglio 1756 – 1827) , Il concerto

Già nel Cinquecento il concerto musicale si prestava ad essere giocato sull’equivoco dell’incontro erotico. Più che la musica, ad impressionare gli amanti degli equivoci, era la gestualità sensuale e carnale con la quale i musicisti suonavano il proprio strumento o cantavano; un rapimento amoroso, ma fatto di movimenti, di arpeggi, di strusciamenti incessanti. E, al tempo stesso il convegno, il dirigersi verso lo stesso luogo, fondendo i fraseggi. Nei secoli, in particolare, colpì il rapporto delle giovani musiciste con l’arpa o con gli strumenti a piede come il contrabbasso.
Achille Devéria, L'arpa, secolo XIX

Achille Devéria, L’arpa, secolo XIX

Per suonare l’arpa, infatti, è necessario divaricare le gambe portando la parte lignea molto vicino al grembo: poi, le mani; quell’oscillazione, quegli arpeggi non potevano non ricordare ai maliziosi altri piani della realtà. La tecnica lieve dell’arpeggio e la cassa armonica della chitarra rinviavano alla masturbazione del sesso femminile

Achille Devéria, La Morale en action, ou Dix années de la vie d'une femme. Histoire contemporaine, 1833

Achille Devéria, La Morale en action, ou Dix années de la vie d’une femme. Histoire contemporaine, 1833

Gli uomini, invece, venivano spesso rappresentati con pifferi, zufoli o trombe o archi di strumenti, che ricordavano il pene in erezione o in movimento.

Thomas Rowlandson, Suonatori, secolo XVIII- XIX

Thomas Rowlandson, Suonatori, secolo XVIII- XIX

Thomas Rowlandson, L'altalena, secolo XVIII- XIX

Thomas Rowlandson, L’altalena, secolo XVIII- XIX

Ricorrenti anche le raffigurazioni di lezioni di musica, durante le quali, come pare scontato, il contatto tra maestro e la aspirante musicista era ravvicinato. La produzione di dipinti erotici e tavole illustrate fu, sull’argomento musicale, vasta e divertente, con punte di massima produzione nell’Ottocento e una notevole estensione novecentesca.

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dominatrici mondiali della pittura. Debora Hirsch racconta le sue opere

5 cose da sapere su Perugino