Home / News / L’identità e la varietà percettiva nelle fotografie di Chiara Talacci
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

L’identità e la varietà percettiva nelle fotografie di Chiara Talacci

L’opera di Chiara Talacci, finalista al Premio Nocivelli 2015, è stata segnalata dal critico Maurizio Bernardelli Curuz come lavoro di particolare pregio nel quale si inseriscono elementi geometrici, più livelli visivi sovrapposti e diversi elementi percettivi come il traslucido, il trasparente, il solido, il nitido e l’opaco, in una composizione ineccepibile e ricca di suggestioni

a chiara talacci opera

Iniziamo con una breve scheda anagrafica

Sono nata a Rimni il 12/9/1995, vivo a Misano Adriatico, ho frequentato il liceo delle scienze umane di Rimini, e ho scelto di studiare all’accademia di belle arti di Ravenna.
Ho sempre avuto un particolare legame con la fotografia, è un documento che aiuta a ricordare; un flash, una luce su un momento della nostra vita. Si tratta di fermare il tempo per sempre, per poterci riflettere, per comprendere meglio quello che normalmente sarebbe una delle milioni di immagini che passano sfocate sotto ai nostri occhi. La fotografia è meditazione.
Il mio stretto rapporto con l’arte è formalmente appena iniziato da due anni, e non riesco ancora a collocare in modo specifico il mio orientamento stilistico ed espressivo.
Sono attratta da tutto ciò che è indice di cambiamento e metamorfosi, dalle cose fuggevoli e incerte, che necessitano di essere bloccate nel tempo. Il paradosso della fotografia è quello di estendere una condizione di eternità e immutevolezza ad un particolare in movimento e in continua evoluzione.
Ricerco luoghi e ambienti degradati, decadenti, in altre parole pittoreschi: ossia che rechino i segni della loro età aurea nel marcio e nella rovina di ciò che sono diventati, un ambiente senza pretese che liberamente inviti a sprigionare l’essenza di chi fotografo.
Utilizzo quasi sempre il bianco e nero poichè unifica e schiaccia sullo stesso piano bidimensionale tutti gli oggetti, l’equilibrio lo trovo attraverso le forme, non nel colore. Il bianco e nero è una sorta di semplificazione della realtà che punta all’essenziale.

Nell’ambito dell’arte, della filosofia, della politica, del cinema o della letteratura chi e quali opere hanno successivamente inciso, in modo più intenso, sulla sua produzione? Perché?

Apprezzo particolarmente la letteratura del 900, che si occupa della problematica di definire l’identità individuale, come T.S.Elliot quando scrive il canto d’amore di J.Alfred Prufrock e parla della fissazione dell’uomo in maschere di ruolo. Una ricerca che ha inciso tantissimo sulla mia produzione è quella di Francesca Woodman, che indaga sul suo corpo da adolescente in mutamento, in spazi decadenti e claustrofobici. Amo l’utilizzo che fa dello sfocato e della messa a fuoco, in cui si manifesta l’irrequietezza del suo animo.

a Chiara Talacci

Può analizzare nei temi e nei contenuti l’opera da lei realizzata e presentata al Premio Nocivelli, illustrando le modalità operative che hanno portato alla realizzazione?

È in una polverosa soffitta senza pretese che emerge l’essenza.
Lo scatto è impersonale, poichè non volevo rappresentare me stessa, ma il momento in cui ogni uomo si libera delle apparenze, delle maschere, del vetro con cui si protegge dal mondo per emergere limpidamente, e non essere più un immagine che non si riesce a mettere a fuoco.
Il vetro attutisce suoni e rumori, rende impalpabili gli oggetti e riflette l’immagine di chi vi si specchia, oscurando chi vi è dietro. É una dimensione in cui si finge di emergere come individualità.
“Essence” mostra un momento di rivelazione: smettere di mentire a noi stessi poichè la verità ci rende liberi di amare gli altri. È una questione di ricerca della propria individualità, è vinta la paura di emergere come identità.

Indirizzi di contatto e foto delle opere

chiaratalacci@yahoo.it

https://www.flickr.com/photos/95193849@N06/

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Trasparenze e luci fotografiche dell’eros negli acquerelli di Steve Hanks. Il filmato

Schad: Il ritratto “romano” dell’amante, Fornarina del Ventesimo secolo