Home / News / ll fagiano mancante di Gainsborough ci rivela una probabile crisi matrimoniale
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Thomas Gainsborough, Robert Andrews 
con la moglie Frances (particolare)
Thomas Gainsborough, Robert Andrews con la moglie Frances (particolare)

ll fagiano mancante di Gainsborough ci rivela una probabile crisi matrimoniale


Se si osserva il quadro di Thomas Gainsborough Robert Andrews con la moglie Frances (1748-49) non si noterà, ad un primo sguardo, nulla di particolarmente insolito: al contrario, l’opera sembra rispecchiare tutti i canoni del paesaggismo inglese della prima metà del XVIII secolo. Vi traspare semmai una tendenza alla mitizzazione arcadica della campagna, vista come un mondo idilliaco, che diverrà ben presto caratteristica stilistica di riferimento dell’autore.

Mister Andrews è ritratto in piedi, chiaramente in posa, con un braccio appoggiato alla panca di ferro verde su cui è seduta, compunta, la moglie – che l’espressione sembra dirci annoiata -, un fucile sottobraccio e un cane che lo osserva attento ai piedi. Vaporose nuvole nel cielo, covoni di grano maturo, foglie verdi tra le fronde degli alberi e un dolce paesaggio che lascia il posto alle colline sullo sfondo completano la scena. Tutto appare perfetto nella sua idealizzazione.

Dettaglio della porzione mancante

Dettaglio della porzione mancante


Una perfezione rotta, però, dalla mancanza di una porzione della tela proprio in grembo alla giovane Frances, una macchia grigia nell’azzurro del vestito della dama. Si pensa, dall’analisi delle parti rimanenti, che si tratti di un fagiano, preda di caccia dell’uomo. Il motivo dell’interruzione del lavoro? Essendo molto probabilmente questo un dipinto matrimoniale, c’è chi ritiene che lo stop sia dovuto o ad un litigio che avrebbe causato una rottura nella coppia (e lo stato d’animo della donna farebbe propendere per tale ipotesi) o, addirittura, alla morte prematura di uno dei due coniugi.

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista