Home / Art food / Gualtiero Marchesi, lo stupore della luce
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Gualtiero Marchesi, lo stupore della luce


di Gualtiero Marchesi

1_25Ho disteso nel piatto il mantello di una soffice maionese colorata alla clorofilla di prezzemolo. Ho adagiato su questo letto verde, per linee oblique ma parallele, tre filetti di acciuga appena passati al forno, splendidi nei riflessi azzurro-argento. Ho aggiunto una noce di capasanta, nel suo candore un po’ velato dalla doratura. Ed ancora, una cupoletta di riso Venere, bollito, nero come l’ebano. La mia creazione è ispirata ad uno degli ultimi quadri di Mario Radice, maestro tra i maggiori dell’Astrattismo italiano, di cui è aperta in questo periodo un’importante retrospettiva, mentre Electa pubblica il catalogo generale della sua opera. L’una e l’altra iniziativa – di cui “Stile” parla nella pagina a fianco – sono curate da Luciano Caramel. E’ proprio Caramel a sottolineare alcune delle caratteristiche dell’estrema produzione del pittore: a partire da una rilettura profonda, psicologica, del dato geometrico, anche da un punto di vista del rimando estetico, e dall’impiego del colore come medium di stemperamento dei contrasti e delle rigidità dei volumi, in direzione di atmosfere più morbide e familiari. Scrive lo studioso: “Nel 1969 tornano le progressioni di bande rettangolari orizzontali, però anche interferenti con più forme triangolari e ora con elementi curvilinei, che potenziano la relazionalità dell’insieme, dove tuttavia interviene ancora il colore a decantare, o persino a frenare, l’energia delle tensioni. Siffatta sperimentazione della fenomenologia della geometria in funzione estetica, con le naturali implicazioni ottiche e psicologiche, è la novità del Radice degli anni Sessanta, come poi dei Settanta, quando, tuttavia, si assiste, spesso, alla ricerca di una ‘temperatura’ meno vivace. Si fanno strada immagini meno affollate e più essenziali, oltre che unificate da toni del colore in genere uniformi, e alla fine del decennio quasi trasparenti. Documento di una raggiunta serenità interiore che si riflette nella pittura ed è preludio dell’ultima stagione, avvolta da un colore luminoso e caldo, testimonianza, negli anni Ottanta, anche nelle incertezze, di una dedizione trepida e poetica”. Mi sembra di aver rilevato, in questo dipinto – realizzato poco prima della morte – un reimpiego formale delle strutture geometriche in una dimensione più intima e raccolta, in ambito sia cromatico che compositivo. Con un che di ammiccante, di domestico pur nella solidità vibratile che pervade l’opera (e tutte le opere) dell’artista. Né mi ha sorpreso la sintonia subitanea che mi ha condotto alla rilettura del quadro, con un piatto all’insegna di elementi semplici e buoni, di una semplicità e di una bontà primaria, assoluta, condivisa; e sprigionante tinte tiepide e digradanti sino alla perspicuità. Aveva osservato, a proposito di tali caratteristiche della produzione di Radice, Marco Valsecchi: “Ecco, dentro la serrata tarsia, insinuarsi come un soffio, un tenue palpitare di luce che rende più trasparente il colore. E’ una leggera palpitazione che vince la levigatezza marmorea, un fiato d’aria eguale a quello che intiepidisce certe incastellature geometriche o architettoniche dei maestri rinascimentali lombardi: Zenale, Bramantino; e senti che la meditazione del rigore formale non si attenua, ma trova una declinazione di immediatezza lirica, quasi un intimo stupore di aderire, oltre il particolare contingente, a un ordine totale di più sottili realtà e rapporti ideali”. Già, lo stupore di Mario Radice. Quello stupore che, per dirla con Guido Ballo, nasce in segreto dai “passaggi lievemente sfumati”, dalla risonanza cromatica “che ci fa sentire i silenzi, ciò che sta al di là dell’apparenza occasionale”: lo stupore della luce, la poesia del colore fluttuante.

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Thomas Rowlandson (1756 –1827). I vizi dell’uomo e della donna. Bacco, tabacco…

Lo spiedo nell’arte