Home / Arte Eros / Mariano Vargas – Nude per l’eternità
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Mariano Vargas – Nude per l’eternità

 

Mariano Vargas, Giovane donna che fa le bolle di sapone (courtesy The B. Company Milano)

Mariano Vargas, Giovane donna che fa le bolle di sapone (courtesy The B. Company Milano)

 

Botticelli, Raffaello, Leonardo… Le donne e le madonne dei maestri della pittura riaggiornate con ironia e – soprattutto – tanta, tanta sensualità.

Vargas è noto, anche ai non addetti ai lavori, come colui che “dipinge con la macchina fotografica”.

Ed i suoi esordi artistici sono proprio da pittore, che ricorreva semmai alla fotografia come punto di partenza, per immortalare le modelle che poi ritraeva sulla tela. Col tempo, il processo si è invertito: egli prende a riferimento la pittura per dar vita a straordinarie creazioni fotografiche.

Mariano Vargas, Giovane donna col portatile (courtesy The B. Company Milano)

Mariano Vargas, Giovane donna col portatile (courtesy The B. Company Milano)

 

Ciò che non cambia è il tema: la donna, sempre e solo la donna, intrigante e fascinosa. Oggi come nel Rinascimento. “Sono cresciuto in una famiglia all’antica, molto cattolica – spiega Mariano Vargas. – Per reazione, ciò ha aumentato in me la curiosità per l’universo femminile ed i suoi misteri. Fin da piccolo, così, ho nutrito un enorme interesse per le donne, il loro corpo, le loro espressioni. Ricordo ancora perfettamente l’attimo in cui ho deciso di dedicarmi a catturarne la bellezza: è stato quando ho visto per la prima volta La nascita di Venere di Botticelli, che ho subito associato all’immagine del corpo di mia madre. Oggi la mia arte ha come unico scopo quello di sedurre e incantare lo spettatore, e va al di là della sessualità fine a se stessa: l’erotismo è un modo di porsi. E’ un atteggiamento mentale”.

Eterne Madonne – questo il titolo assegnato dall’artista – è una serie aperta, in continua evoluzione. Le donne ritratte sono donne normali, moderne, libere, sicure, felici e soddisfatte, e combinano con successo tradizione e contemporaneità: appaiono legate al passato ma evolute, dolci ma provocanti, sensuali ma discrete.

Con le sue fotografie che sembrano quadri e nei quadri hanno la loro origine, Mariano Vargas eleva un inno trionfale e luminoso all’altra metà del cielo e ce ne ricorda la pulsante perpetuità.

 

Mariano Vargas, Le tre Grazie (courtesy The B. Company Milano)

Mariano Vargas, Le tre Grazie (courtesy The B. Company Milano)

 

Mariano Vargas è nato a Cadice, in Spagna, nel 1964. Artista di fama internazionale, è stato tra l’altro riconosciuto quale “fotografo dell’anno” nell’ambito degli Erotic Awards, il prestigioso premio britannico. Numerose le mostre in tutto il mondo. Sue opere compaiono nelle più importanti pubblicazioni del settore, da The mammoth book of erotic woman in photographs (Maxim Jakubowski) a The new erotic photography (Taschen).

 

 

 

 

Mariano Vargas, Giovane donna col portatile (courtesy The B. Company Milano)

Mariano Vargas, Giovane donna col portatile (courtesy The B. Company Milano)

 

 

 

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Yayoi Kusama – Funghetti e peni psichedelici. Vita, video e quotazioni gratis opere

Il dramma vero de Il Diavolo in corpo, il figlio della colpa, la profe distrutta per aver sedotto un ragazzino