Home / News / Memento mori a Pompei, cosa significa la farfalla?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Memento mori a Pompei, cosa significa la farfalla?


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

memento

Tra i più antichi Memento mori, cioè le rappresentazioni che ricordano che ogni uomo deve morire, va menzionato certamente il mosaico (cm 47 x 41) trovato a Pompei e oggi conservato al Museo archeologici di Napoli. Questo genere di composizioni saranno riprese sia durante il Medioevo che, in modo più raffinato, nel periodo barocco. L’opera è di semplice lettura anche perché  i simboli, grazie al recupero archeologico del linguaggio antico, sono rimasti invariati per circa due millenni. La ruota è la fortuna. La fortuna della vita. Essa gira fino a quando l’uomo è vivo e può sospingerlo, per puro caso o per qualche piccolo merito, orientandone il corso, verso la ricchezza – rappresentata dal bel mantello, alla nostra sinistra o verso la povertà (gli abiti rudi, la bisaccia,  il bastone del povero e del vagabondo). Comunque sia è sempre il caso, considerata la circolarità della ruota, a creare una fortuna – anche economica – all’individuo o a costringerlo nella povertà assoluta. Giunta la morte – il teschio – la ruota si ferma e nulla ha più valore. La morte rende equidistanti dalla ricchezza e dalla povertà, che perdono ogni significato. . Quando il filo (in alto) si distacca dal supporto vitale a cui siamo legati,  nulla ha pi valore.
Solo Psiche, l’anima è viva, nonostante sia schiacciata dal teschio. e sopravvive al di là della morte. Il mosaico proviene da un triclinium di una casa pompeiana, dove si consumavano i pasti. Un modo per ricordare al proprietario e ai commensali di non eccedere, come uomini, e di non affidare alla fortuna, totalmente, il proprio destino.

Visita e soggiorna a Napoli, Pompei ed Ercolano. Beni e musei archeologici in Campania.


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, IN ALTO A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico