Home / Arte Eros / Mia cara, ora ti mostro il mio orologio. L’arte della seduzione in immagini segrete
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Mia cara, ora ti mostro il mio orologio. L’arte della seduzione in immagini segrete

 

Pressati da una forte richiesta dai vicini francesi, gli svizzeri – sommi produttori di meccanismi a orologeria e di orologi – realizzarono a partire dal Settecento anche “montre” davanti-dietro, che consentivano ai proprietari di divertirsi e divertire gli amici con scene erotiche parzialmente automatiche.  Lo formula più diffusa era quella di realizzare un orologio da tasca, elegante e casto, nella parte del quadrante; ma poichè il meccanismo veniva chiuso nella circolare cassa d’oro,  apribile sia nella parte che scopriva la superficie sulla quale giravano le lancette che, nel verso, dove erano visibili i meccanismi, i produttori inserivano nella seconda parte, quella che rimaneva più nascosta, un cerchio di copertura dei meccanismi stessi sul quale, in lamiera più o meno preziosa, inserivano scene di sesso. Altra peculiarità era il fatto che, contando sull’azione delle molle e delle ruote dentate, era possibile alimentare anche un movimento nascosto che, ad esempio, metteva in scena una penetrazione, simulata dal movimento di andata e ritorno.

 

a orologio

SOTHEBY’S
Swiss
A PINK GOLD HUNTING CASED QUARTER REPEATING AUTOMATON WATCH WITH EROTIC SCENE CASE 70748 CIRCA 1890
Estimate 3,000 — 5,000 USD
LOT SOLD. 2,750 USD (Hammer Price with Buyer’s Premium)

Info: www.sothebys.com/en.html

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Quando l’amore è grande così, il sesso è impercepibile. Eros romantico di Lobel Riche

1977, lo scandalo di Marina Abramovic e Ulay, trasformati in porte viventi. Il video