Home / Mostre in Italia / Mirò e le sue meraviglie in mostra a Riccione
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Manifesto Miromeraviglieape

Mirò e le sue meraviglie in mostra a Riccione


MIRÓ MERAVIGLIE Opera Grafica 1962-1976
Riccione (RN), Villa Franceschi – Villa Mussolini,
Fino al 18 Ottobre 2015

Orari: 1 Agosto – 10 Settembre: 10:00/13:00 – 20:00/23:00.
11 Settembre – 18 Ottobre: 10:00/13:00 – 16:00/19:00.

INFOLINE: 0541 693534 – museo@riccioneperlacultura.it

Facebook – Twitter – Instagram: MIROMERAVIGLIE

La mostra, curata da Michela Morelli, è allestita in due prestigiose sedi espositive, Villa Mussolini e Villa Franceschi, e presenta una selezione di 130 opere tra acqueforti e litografie di Joan Miró, realizzate tra il 1962 ed il 1976 e rappresentative di sei importanti serie grafiche complete.

L’interesse di Miró per la grafica accompagna gran parte del suo percorso andandolo a caratterizzare in maniera rilevante nel suo ultimo periodo creativo, soprattutto a partire dalla fine degli anni Cinquanta. Nel 1959 infatti, acquista a Maiorca l’antica residenza di Son Boter per allestirvi il proprio laboratorio di incisione e litografia. Da allora Miró ha prodotto un gran numero di serie grafiche, affascinato dalla tecnica, dalle molte possibilità espressive e comunicative che questa le offriva, e dal rapporto tra immagine e scrittura.

Nella selezione proposta dalla mostra riccionese è offerta la rara possibilità di ammirare nella loro interezza alcune delle più significative serie dell’artista catalano che ben rappresentano i molteplici spunti creativi e poetici scaturiti dalla sua produzione grafica.

È commovente il rapporto a distanza che Miró riesce a instaurare con il testo dell’amico Desnos, affascinante il botta e risposta con la lirica di Rafael Alberti, intensa la penetrazione tra le righe di Jarry, Bonnefoy, Du Bouchet, Dupin e Char, ed infine è profondamente coinvolgente il mondo a cui riesce a dar vita nelle preziose illustrazioni del proprio poema: Le Lézard aux Plumes D’or.

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista