Home / Arte Eros / Monica Bellucci: l’album fotografico tra scatti apollinei e sulfurei desideri dionisiaci
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Monica Bellucci: l’album fotografico tra scatti apollinei e sulfurei desideri dionisiaci

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

a monica

La bellezza di Monica Bellucci raccoglie e sintetizza milioni di bellezze italiane; tra l’estrusco e il mediterraneo, il suo viso ha spesso la fissità distaccata del volto di una statua greca. La provocazione è pertanto quella di vedere alternate le immagini di una bellezza impassibile e impossibile, agli elementi umanizzanti, umani, discinti, dionisiaci. E ciò che risulta singolarmente piacevole e blasfemo è il suo volto grondante di miele, in una discesa verso la materia che non appartiene alle divinità. E’ quel miele il peso che incosciamente vorremmo attribuirle per fermarla accanto a noi.


Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

copertina

Le tavole di Deveria: quando le donne sono silenziose ascoltano il diavoletto

kiki

Chi era Kiki de Montparnasse?