Home / Pittura del Nocevento / Natalia Goncharova – Gratis quotazioni, biografia, immagini
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Natalia Goncharova – Gratis quotazioni, biografia, immagini


Natalia Goncharova Sergeevna (1881-1962) è stata una poliedrica artista russa, che ha aderito al Cubismo e al Futurismo, unendo elementi iconici del primitivismo e della tradizione a queste moderniste, accelerate modalità di osservazione del reale, sotto il profilo strutturale o dinamico. E’ stata pittrice, costumista, scrittrice, illustratrice e scenografa. Nata a Nagaevo villaggio vicino a Tula, in Russia, da una famiglia della buona società – sua zia prozia Natalia era stata la moglie del poeta Alexander Pushkin – ha studiato scultura all’Accademia d’Arte di Mosca, ma ha manifestato immediatamente predilezione per la pittura, sssservando con grande attenzione quant stava avvenendo a Parigi, capitale mondiale dell’arte, in quei decenni. Recepì così, in un primo momento, le opere di Gauguin, a Pont-Aven – con l’attenzione rude nei confronti del mondo popolare – la gioiosa violenza cromatica e la sommarietà definitoria dei fauve, per passare poi ad esplorare Cubismo e Futurismo È stata profondamente ispirata dagli aspetti primitivi di arte popolare russa. Con il marito Mikhail Larionov ha sviluppato il raggismo, un movimento che filtrava il reale attraverso frecce di luce, raggi, appunto, che costruivano il quadro con immagini che rinviano fortemente all’atmosfera futurista.

Lei e il marito furono i principali precursori dell’ avanguardia russa. Organizzarono l’esposizione Coda d’Asino del 1912 -che contribuì a lanciare una scuola russa indipendente nell’ambito dell’arte contemporanea – e parteciparono, nello stesso anno, alla mostra di Der Blaue Reiter a Monaco, gruppo del quale la Goncharova faceva parte dal 1911. Ma fu il dinamismo futurista a catturare Goncharova, che iniziò a diminuire l’interesse nei confronti per le figure del folklore per lanciarsi nella modernità, con il suo famoso Ciclista o con le provocatorie, rumorose serate, tanto simili a quelle dei futuristi italiani. Come scenografa, lavorò ad importanti imprese, collaborando, tra l’altro, con Igor Stravinsky. Si trasferì a Parigi nel 1921 e qui morì, nel 1962.

 

LE QUOTAZIONI, GLI ESITI D’ASTA ED EVENTUALI LAVORI ALL’ASTA DI NATALIA GONCHAROVA, SEMPRE AGGIORNATI. CLICCARE SUL LINK

www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=Natalia+Goncharova


http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=search&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=goncharova

x

Ti potrebbe interessare

Collage di Dali per le Ricette di Gala, oggi riedito da Taschen

Salvador Dalì – Ossessione del cibo, ricette afrodisiache, compulsioni gastro-erotiche

Gino Severini-La fam#1FDC07ape

Gino Severini, la svolta anti-futurista e la necessità di un nuovo ordine