Home / Notizie in breve / Non vedenti e creatività, il primato della scultura
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Non vedenti e creatività, il primato della scultura

E’ iniziato lo scorso fine settimana il laboratorio di arte e scultura per persone cieche e ipovedenti, con un’esperienza pregressa, anche minima, nel campo delle arti.L’iniziativa è ideata e completamente sostenuta e finanziata dalla Fondazione Valerio Zingarelli–Onlus e dalla Fondazione Alessandro Kokocinski. Convinti che l’arte manipolatoria possa essere uno strumento di crescita e di espressione artistica importante, il progetto ha i seguenti obiettivi: sviluppare l’apprendimento delle tecniche dell’arte scultorea, elaborare soluzioni innovative che consentano la fruizione dell’arte sia presso ambienti museali sia nelle proprie abitazioni, diffondere e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di conoscere e prevenire le malattie dell’apparato visivo. L’attività di laboratorio si svolge a Tuscania presso lo studio del maestro Alessandro Kokocinski, pittore e scultore, dove i partecipanti vengono accompagnati in un percorso artistico e culturale, che comprende anche la visita a musei del territorio cercando di stimolare in ognuno di loro una visione ed una successiva espressione nella materia plastica.

x

Ti potrebbe interessare

HAYEZ SEX COPERTINA

Francesco Hayez – Disegni erotici e torride confessioni dell’amante Carolina

almery cop

Almery Lobel-Riche: l’eros dolcissimo, travolgente e sublime che non ha tempo (1930)