Home / Arte Eros / Perché sul web preferiamo uomini e donne della nostra etnia? Fate una prova con questo filmato
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Perché sul web preferiamo uomini e donne della nostra etnia? Fate una prova con questo filmato

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


a modella

 

Nel sesso e nella percezioni delle immagini sessuali siamo un po’ “razzisti”? Probabilmente sì. I meccanismi più profondi che ci fanno scegliere soffermare su un’immagine orientano la maggioranza dei fruitori del web a quella del gruppo etnico allargato a cui appartengono. E l’incursione in altri gruppi è collegata a curiosità o a particolari proiezioni oniriche. E’ per questo che i principali siti hard hanno provveduto a una suddivisione per categorie etniche, che diventa sempre più mirata, fino a raccogliere le modelle per nazionalità. Ma è interessante notare che una sotto-categoria importante è costituita dalle donne europee. Evidentemente l’Europa esiste più nell’eros che a Bruxelles. E l’inclinazione porta i neo-latini verso le neo-latine e viceversa.

Questioni di moda, in base alle quali riconosciamo nel web compagni e compagne potenzialmente preferiti in base al taglio dei capelli? Forse sì, ma sembra un po’ poco. Forse incidono i caratteri somatici, il taglio dei sopraccigli e le posture assunte dai modelli e dalle modelle all’interno dei fotogrammi. Siamo all’interno di un’iconografia primaria della quale dobbiamo tenere conto. Di seguito un filmato di foto soft che coglie più modelle, nell’intimità. Voi maschi, fate una prova. Quale vorreste come compagna? E voi, signore, in quale di loro vi identificate? Dopo aver fatto questa scelta, guardate bene. Quanto somiglia questa donna a quelle che vivono intorno a voi, oppure in Spagna e in Francia? E perchè, chi scrive ora, qui, ha scelto quest’immagine a corredo dell’articolo?

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

a pene

L’uomo che dipinge quadri con il pene. Sorprendente. Eccolo. Il video

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica