Home / Corso di pittura on line gratis / Quali pennelli sceglievano i grandi artisti e come li impugnavano? Perché?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Quali pennelli sceglievano i grandi artisti e come li impugnavano? Perché?


velazquez autoritratto meninas

L’autoritratto di Velzquez nel quadro Las Meninas (Le damigelle d’onore) , 1656, olio su tela 318 × 276 centimetri

La visione ravvinata di Velazquez, nel celeberrimo quadro de Las Meninas, oltre a fornire indicazioni sull’orgoglio del pittore e sulla sua posizione di rilievo occupata all’interno della corte, comunica informazioni tecniche di un certo interesse legate alla forma dei pennelli usati normalmente per i dipinti. Osserviamo subito come egli impugna il pennello, al di sopra della metà. I pittori lavorano quasi sempre mantenendo una notevole distanza dalla punta, avvicinandosi o allontanandosi minimamente da quello che ritengono il punto più commisurato a un equilibrio del pennello stesso tra le mani. Altro particolare da osservare è la forma del pennello tenuto tra le dita e di quelli trattenuti, con la tavolozza, con la mano sinistra. Il pennello impugnato è a punta ed è utilizzato esclusivamente per le finiture più sottili; mentre gli altri sono tutti piatti. Segno che la maggior parte del lavoro non fu mai svolto dall’artista con pennelli dalla punta arrotondata, ma con setole montate come minuscoli parallelepipedi. Il pennello piatto dà infatti maggiori rispondenza al movimento della mano dell’artista, mentre le setole affusolate si flettono maggiormente. Il dominio del mezzo espressivo è pertanto garantito da pennelli piatti, mentre le finiture sono assegnate a poche setole.

Soltanto i miniaturisti possono tendere a utilizzare il pennello come fosse un lapis o una punta d’argento e questo perchè il loro lavoro è tipologicamente più vicino al disegno che alla pittura. Negli altri casi, la distanza è garanzia i una pennellata più sciolta e rapida. Il movimento del polso contribuisce infatti a modulare in modo non lineare, tratti e luce. La scioltezza della pennellata tende immediatamente a comunicare allo spettatore l’abilità dell’artista che non si àncora a un apparato disegnativo vincolante.

Inganni, “Amanzia Guerrillot nello studio”, 1855 circa, olio su tela

Inganni, “Amanzia Guerrillot nello studio”, 1855 circa, olio su tela

pennelli monet

 

Nell’immagine qui sopra, tratta da un filmato realizzato nel 1915, nel giardino di Giverny, possiamo notare quale fosse la dotazione tecnica di Monet, sotto il profilo dei pennelli. Sono quasi tutti piatti, escluso quello triangolare che probabilmente è stato ritagliato dallo stesso maestro ottenere una punta di rifinitura non troppo delicata, come avviene, invece, per i pennelli a base circolare. Gli altri sono tutti piatti. Per evitare pennellate troppo precise che diminuirebbero la freschezza del dipinto e ne ridurrebbero le vibrazioni, Monet porta l’impugnatura al punto estremo, ponendo tra sè e la punta la massima distanza e appoggiando l’altra estremità del pennello alla piega che si crea tra indice e pollice della mano destra.
pennelli monet 2

Anche per un artista che opera sul disegno,come momento iniziale dell’opera -è il caso di Guttuso – l’impugnatura non supera mai la metà del pennello stesso, quando saremmo orientati a pensare che, per tracciare un disegno, sia naturale avvicinarsi maggiormente alle setole. Come possiamo osservare, la distanza gli permette l’oscillazione del polso, con la possibilità di ottenere linee molto mosse, che imitano meglio l’irregolarità della natura



Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Giovani donne, fiori, giardini, bambini. I quadri di Courtney Curran. Il video

Beth Moon, le fotografie degli alberi monumentali più vecchi del mondo. Il video