Home / Aneddoti sull'arte / Quando le donne venivano messe all’asta. I quadri erotici, la paura araba
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Quando le donne venivano messe all’asta. I quadri erotici, la paura araba

Il mercato delle schiave rappresentò un topos dell’immaginario occidentale ottocentesco. In esso si univano due pulsioni: la prima legata al desiderio di possesso di una giovane donna che soggiacesse ad ogni desiderio del maschio; la seconda, legata alla ripulsa etnica, metteva in luce la brutalità dei medio-orientali nel rapporto con il mondo femminile. I quadri di cosiddetti pittori orientalisti – europei che affrontavano viaggi in Medio Oriente per produrre opere dal sapore esotico, molto richieste dal mercato del secondo ottocento – si soffermarono spesso su aste di schiave e postriboli, immaginando invece – poichè gli spazi erano proibiti – i languori degli harem. Le opere, al di là dell’elevata qualità artistica, fornivano ai collezionisti immagini eccitanti. Jean-Léon Gérôme dipinse più volte scene di mercati delle schiave, ambientandole sia nell’antichità che nel mondo arabo. Particolarmente sensuale è il dipinto (1884 circa) dell’artista immaginato nell’antica Roma. Che completa, come scena l’altra opere di ambientazione classica, che troviamo in cima. La situazione, pur terribile, non mostra violenza fisica sulla donna e si presta a presentare un nudo di schiena, davvero sconvolgente.

Il Mercato delle schiave del 1866, olio su tela di 84.6 cm × 63.3, dello stesso autore, rappresenta invece un ambiente del Medio Oriente o dell’Africa settentrionale, nel quale un uomo esamina i denti di una schiava nuda.
Maxime Du Camp, che aveva viaggiato estesamente nel Vicino Oriente, ha esaminato il dipinto al Salone parigino del 1867. Ha sostenuto di aver trovato gli elementi per riconoscere il mercato degli schiavi del Cairo e ha descritto il dipinto come “una scena sul posto”. “La povera ragazza . ha scritto – è in piedi, sottomessa, umile, rassegnata, con una passività fatalistica che il pittore ha reso, con abilità, molto evidente”

 

ARTE EROTICA, opere, foto, statue, oggetti alle aste on line in questo istante

QUADRI ANTICHI E OTTOCENTO ALL’ASTA IN QUESTO ISTANTE – Qui le grandi occasioni on line

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dominatrici mondiali della pittura. Debora Hirsch racconta le sue opere

5 cose da sapere su Perugino