Home / Arte Eros / Quando le statue di Rodin iniziano a danzare con coreografie di Smuin
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Quando le statue di Rodin iniziano a danzare con coreografie di Smuin

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Particolare de L'eterno idolo di Rodin (1889)

Particolare de L’idolo eterno di Rodin (1889)

 

 

Una scena del balletto ispirato al gruppo marmoreo di Rodin

Una scena del balletto ispirato al gruppo marmoreo di Rodin

Il grande coreografo Michael Smuin dedicò un balletto a L’Idolo eterno (1889), sensuale gruppo marmoreo di Auguste Rodin, conservato all’omonimo museo parigino. La splendida opera scultorea porta in luce tutto l’amore dello scultore nei confronti del corpo femminile. L’artista, infatti, avrebbe raffigurato se stesso in un incontenibile abbraccio al corpo nudo della modella, nel corso del quale fu trascinato, incantato dalla bellezza della giovane donna, a baciarla tra il seno e il ventre, in una sorta di omaggio liturgico alla grandiosità dell’eterno femminino.
“Il gruppo – scrisse il poeta Rilke – si staglia, nella sua inesplicabile chiarezza, proponendo nuovi enigmi. In quest’opera vibra un’atmosfera di purgatorio. Il cielo è vicino, ma non ancora raggiunto; l’inferno è vicino, ma non ancora dimenticato. Anche qui tutta la magnificenza emana dal contatto; dal contatto dei due corpi e dal contatto della donna con se stessa”. Il coreografo Smuin colse il movimento di danza e l’estasi del movimento, trasformando la scultura nella danza d’amore tra le due statue. Scelse, come musica, il Larghetto del secondo Concerto per pianoforte di Chopin. Danzatori:. Marjorie Grundvig e Lee Campana

 

x

Ti potrebbe interessare

a pornopitocchetto

Che fai, ragazza con quella mano? Il Porno-Pitocchetto e dintorni nel Settecento contadino

a copertina

Franco Bocchi, disegni erotici di fuoco e di gioia. Le immagini