Home / Pittura del Nocevento / Quanto vale un quadro di Braque, vita e opere del fondatore del Cubismo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Quanto vale un quadro di Braque, vita e opere del fondatore del Cubismo

braque

Tutto parte da Cézanne, dalla sua osservazione strutturale della realtà, rappresentata come una somma di linee chiuse, tendenti al geometrismo. Cézanne è l’anello di congiunzione principale tra la rivoluzione impressionista e la modernità. Braque attinge da lui. E il Cubismo si sviluppa proprio da un approfondimento di quelle strutture. Georges Braque significa Cubismo. Nato ad Argenteuil il 13 maggio 1882 – nella zona e negli anni degli impressionisti – , morì a Parigi 31 agosto 1963. Iniziò la sua carriera d’artista guardando ai Fauves –  Henri Matisse , André Derain e Othon Friesz –  ma, appunto, anche a Cézanne.  Nell’estate del 1906 produsse all’ Estaque, nel Sud della Francia, dipinti nei quali rappresentava case a forma di cubi. Per questo,  Matisse, osservando le sue opere parlò di cubismo.

Studiando metodicamente le  linee di contorno di Paul Cézanne,  Braque giunse  gradualmente a composizioni nelle quali le linee cezanniane venivano spezzate dalla luce, come in Natura morta con brocche . A partire dal 1908 avviò la  frantumazione di ogni visione tradizionale , giungendo al periodo comunemente noto come cubismo  (1911-1914). Egli poi utilizzò forme geometriche, prevalentemente in nature morte , introducendo nei suoi dipinti  lettere a stencil e  collages . Reale ” pensatore ” del cubismo, ne ha sviluppato le leggi della prospettiva e del colore.
Mobilitato per la Grande Guerra, nel corso della quale rimase ferito gravemente , il pittore abbandonò le forme geometriche per nature morte in cui gli oggetti si ricompongono in piani . Durante il periodo successivo,  fino al 1930 , ha prodotto paesaggi e figure umane. I suoi dipinti più noti  sono quelli che raffigurano gli uccelli (1953) che adornano il soffitto della stanza Enrico II, nel Museo del Louvre . Ha anche creato sculture, vetrate , disegni di monili.
Nel 1961, due anni prima della morte , una retrospettiva della sua opera si svolse proprio al Louvre. Fu una sorta di incoronazione.  Braque è stato il primo artista vivente del quale sono state esposte le opere in quel museo.
Uomo discreto, poco incline alle relazioni pubbliche, l’artista è stato un intellettuale di notevole spessore, appassionato di musica e poesia. Era amico di  Erik Satie amico, René Clair, Alberto Giacometti . Si è spento a Parigi il 31 Agosto 1963. Al funerale di Stato,  André Malraux tenne l’orazione funebre.

 

GRATIS QUANTO VALGONO I QUADRI E LE SCULTURA DI GEORGE BRAQUE. CLICCARE LA LINEA QUI SOTTO

http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?entry=george%20braque&searchtype=p&searchFrom=auctionresults

 

 

 

 

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINE E CLICCA “MI PIACE”

 

x

Ti potrebbe interessare

Collage di Dali per le Ricette di Gala, oggi riedito da Taschen

Salvador Dalì – Ossessione del cibo, ricette afrodisiache, compulsioni gastro-erotiche

Gino Severini-La fam#1FDC07ape

Gino Severini, la svolta anti-futurista e la necessità di un nuovo ordine