Home / News / Raffaella Tarantola, la fotografia è come un “delitto” perfetto
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Raffaella Tarantola, la fotografia è come un “delitto” perfetto

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Raffaella Tarantola è stata finalista del Premio Nocivelli con quest’opera intitolata Non mi vedi, non mi trovi

a raffaella

 

“La realizzazione di ogni mia opera nasce con la fase della progettazione, fase comune credo per ogni artista: consiste nel disegnare ciò che è ancora racchiuso nella mia mente e trasportarlo nella fotografia. Il disegno mentale mi dà la possibilità di scaricare dalla mente quelle immagini e poter così controllare la composizione e ottenere il risultato voluto”.


“Il mio punto di partenza è sicuramente la valorizzazione di un’idea e sottolineare il processo mentale della realizzazione. Per me la fotografia è intesa come ricerca, indagine, studio, sperimentazione e allo stesso tempo uno strumento che mi permette di rendere concreti gli interrogativi sull’esistenza umana. L’aspetto visivo ed estetico sono elementi secondari, a volte assenti, dove invece prevalgono l’aspetto sociologico e psicologico. I temi portanti del mio lavoro autorappresentativo sono l’intimità, la riservatezza e l’immediatezza ma allo stesso tempo coesistono la paura e l’ansia, emozioni poetiche, che si trasformano in un vero e proprio linguaggio. Il corpo non è del tutto inquadrato, infatti compaiono parti del corpo, che sembrano mimetizzarsi, individuando un dialogo possibile con lo spazio da un’interno anonimo.”


Biografia

a Raffaella Tarantola
Raffaella Tarantola nasce a Magenta l’11 febbraio 1991, vive e studia a Milano. Attualmente frequenta il terzo anno del corso di Diploma accademico di primo livello in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera. Esposizioni: Inside, Royal Opera Arcade Gallery, Londra, 2013 Photissima, Ex Manifattura Tabacchi, Torino, 2014 Selezionata per la mostra ID-entity, MARS, Milano 2015 Candidata per Codice Italia Academy (Padiglione Italia alla Biennale di Venezia), Workshop – Accademie di Belle Arti italiane, Venezia, 2015 Premio Dino Sangalli, Palazzo Bovara, Milano 2015 Finalista Premio Nocivelli, Brescia, 2015

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista