Home / Arte contemporanea / Record Warhol, 105 milioni di dollari per foto con incidente d’auto
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Record Warhol, 105 milioni di dollari per foto con incidente d’auto

L'opera di Warhol venduta per 105 milioni di dollari

L’opera di Warhol venduta per 105 milioni di dollari


warhol crashL ‘opera di Andy Warhol “Silver Car Crash” che rappresenta un’auto distrutta in un incidente, osservata da più punti di vista, è stata aggiudicata a un collezionista d’arte contemporanea, da Sotheby’s New York alla stratosferica cifra di 105 milioni di dollari, record per l’autore statunitense. L’opera  – firmata due volte e datata 63 –  è stata realizzata con inchiostro serigrafico e vernice spray argento su tela, in due parti. Dimensioni del dipinto:  105 x 164 1/8 267,4 x 417,1 centimetri

Per il lavoro, eseguito nell’estate del 1963, gli esperti avevano previsto un’aggiudicazione a quasi la metà della cifra effettivamente pagata: 60 milioni di dollari contro i 105 raggiunti. Il record economico precedente era stato raggiunto nel 2007  (71,7 milioni di dollari) da un soggetto analogo,  “Green Car Crash – Green Burning Car I”, che mostra, come quello battuto all’asta ieri, un incidente d’auto. Il dipinto del 2007 non era realizzato in argento, ma con il colore verde.


CLICCA QUI SOTTO PER OGNI STIMA, VALUTAZIONE, PREZZO DI REALIZZO E AGGIUDICAZIONE DI OGNI OPERA DI ANDY WARHOL ANDATA ALL’ASTA

http://www.sothebys.com/it/search.html?keywords=warhol#keywords=warhol

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA MI PIACE. CI POTRAI SEGUIRE ANCHE SU FACEBOOK

x

Ti potrebbe interessare

Polena raffigurante l'imperatrice Elisabetta d'Austria, detta Sissi,  moglie di Francesco Giuseppe, assassinata a Lugano nel 1898. Essa proviene dal piroscafo a ruote austriaco Elisabeth Kaiserin, costruito a Pola nel 1889

La polena dell’imperatrice Sissi. Significato e magia delle statue di prua delle navi

Scema nilotica, Casa dell'efebo, Pompei. L'artista, duemila anni fa, realizzò questo dipinto parietale che aveva il fine di rendere allegro ed eccitante l'ambiente. Il campo largo, la visione alla distanza, gli ampi spazi aperti e le macchiette si riallacciano alla pittura nilotica. A Paesi favolosi in cui fioriscono abbondanza e varietà di ogni specie. In questo contesto anche la sessualità umana esplode. L'artista dipinge così, al lambire di un porticato, non lontano da un fiume un uomo e una donna sul triclinio, nudi, mentre consumano un rapporto sessuale. La ragazza è probabilmente una danzatrice, come fa pensare la presenza di un'altra donna, in piedi e di una giovane che suona il flauto. Poco distante, ecco un servo che trasporta un contenitore di vino, evidente rievocazione dei poteri di Bacco su Venere

Pigmei e lillipuziani eccitati nella pittura nilotica