Home / Arte Eros / Rembrandt erotico, i piaceri del sesso nel letto francese o nei campi di grano
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Rembrandt erotico, i piaceri del sesso nel letto francese o nei campi di grano

Rembrandt le lit a la francaise

Anche il catalogo di Rembrandt (Leida, 15 luglio 1606 – Amsterdam, 4 ottobre 1669) conosce incursioni nel mondo dell’erotismo. Al di là dei disegni di nudo, che appartengono alla normale produzione di un artista, il grande pittore olandese lavorò a piccole incisioni di sesso esplicito, evidentemente destinate a un mercato che le richiedeva con insistenza o a scenette rusticane o a pastorali maliziose; pure destinò un paio di lavori al voyeurismo, con Uomo che orina e Donna che orina. Le scene di sesso esplicito sono entrambe datate attorno al 1646, quando l’artista aveva quarant’anni, era vedovo da quattro anni e conviveva con l’infermiera e balia del proprio figlio, Geertje Dircx.  La prima incisione, intitolata “Il letto alla francese” , è dedicata sia al nuovo mobile proveniente dalla Francia – superamento delle alcove, ricavate in una rientranza del muro – che alle maggiori libertà che esso concedeva. Il letto francese era ampio e arioso, solenne e lezioso , con le cortine che si potevano alzare o abbassare e l’eleganza regale del panneggio che scendeva da una corona ellittica, appoggiandosi a montanti che parevano gambe di un tavolo ribaltato. Una piccola rivoluzione, che evidentemente nascondeva anche il mutamento di un atteggiamento nei confronti del sonno e della sessualità. Rembrandt, con morigeratezza e fedeltà ai costumi sessuali della propria epoca e della propria cultura, mostra l’uomo e la donna che, indossando ancora le camicie da notte, fanno l’amore secondo la “postura del missionario”, ammessa dalla Chiesa nei rapporti coniugali.

rembrandt giuseppe

Sempre il letto francese è riconoscibile in una seconda incisione, di tema biblico,ma anch’essa appartenente alla “produzione erotica”. cioè Giuseppe e la moglie di Putifarre, nella quale la padrona di casa cerca di portarsi a letto il più fedele servitore del marito che le resiste, ma che viene poi accusato di averle tentato violenza. Un altro lavoro grafico molto forte per la produzione rembrandtiana è Il monaco che fa l’amore con una contadina in un campo di grano.

rembrandt monaco

L’artista sembra ispirarsi al clima di pienezza stagionale del tempo della mietitura – più in là, è visibile un contadino con la falce, per creare una scenetta comico-erotica. Si può infatti ritenere che gli spettatori vedessero in quella donna con le gambe spalancate vedessero la moglie del contadino, impiegata in piacevoli attività con il solito monaco furbo e scioperato, mentre il marito lavorava sotto il sole. sempre per un pubblico dal gusto forte sono le due incisioni che rappresentano un uomo e una donna che orinano.

Rembrandt donna che orina 7.5 x 6.8 cm


Rembrandt 1631 Uomo che orina 8.3 x 4.9 cm

Maliziosa risulta pure questa “pastorelleria”.Il pastore con lo zufolo suona e osserva in direzione dell’inguine della ragazza, in attesa di quanto avverrà successivamente

Rembrandt pastore

rembrandt adamo e eva

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK AZZURRO, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

foto 10

 

 

 

 

 

 

www.stilearte.it/category/arte-eros/

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista