Home / Impressionismo / Renoir fu impressionista? Perché 5 decenni furono dimenticati?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Renoir fu impressionista? Perché 5 decenni furono dimenticati?

Auguste Renoir è sorprendentemente noto solo per 10 anni di carriera, tra sei decenni di attività. Perché la storia dell’arte ha oscurato tanti capolavori? Picasso stesso non si ingannava, preferendo raccogliere, come collezionista, opere l’ultimo periodo del pittore, anche se quei lavori era evitati dai critici del tempo. Il motivo? Si scelse il punto in cui Renoir fu più vicino all’Impressionismo di Monet; e non si comprese che, sin da subito, il pittore sentiva l’impressionismo a modo proprio, non come una vocazione totalizzante, ma come uno snodo fondamentale seppur transitorio. Egli infatti prese, successivamente, a confrontarsi con i grandi maestri del passato, abbandonando l’istantaneo, e creando quadri in cui le figure non sono evocate dalla luce, ma dai volumi chiaroscurali. Egli, inoltre abbandona la cronaca – tipica degli impressionisti – per scegliere soggetti archetipi, come avviene nelle Bagnanti. Essenza della femminilità. Inoltre le sue opere sono, in buona parte, interpretazioni della realtà, mentre altri artisti – sulla linea Monet-Sisley – erano maggiormente legati alla verità oggettiva del fenomeno luminoso dell’istante. Egli sente i volumi, anche in pittura, come uno scultore. E alcune splendide sculture – anche dipinte – ne costituiscono la prova. Al Museo di Troyes è stata allestita una mostra che rivela – del maestro – un aspetto poco esplorato, specie dal grande pubblico. Il video

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Normandia, perché questo paesaggio sviluppò il primo alito impressionista?

Claude Monet – Quanto valgono i suoi quadri. I record e i prezzi stratosferici. Immagini e schede