Home / News / Sabato musei gratis per la decima giornata del Contemporaneo. QUI le realtà aderenti all’iniziativa
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Sabato musei gratis per la decima giornata del Contemporaneo. QUI le realtà aderenti all’iniziativa

Decima Giornata del Contemporaneo
Data: Sabato 11 ottobre 2014
Promosso da: AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani
b4222272863f66e0a021b71adf4d51662c5d81bfSsabato 11 ottobre 2014 si svolgerà in tutta Italia la Decima Giornata del Contemporaneo, il grande evento annuale promosso dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea
Italiani e dedicato all’arte del nostro tempo e al suo pubblico.
Giunta alla sua decima edizione, anche quest’anno la Giornata del Contemporaneo aprirà
gratuitamente le porte dei musei AMACI e di più di ottocento realtà in tutta Italia per presentare
artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze.Un programma multiforme

che di anno in anno ha saputo regalare al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea, portando la manifestazione organizzata da AMACI a essere considerata l’appuntamento annuale che ufficialmente inaugura la stagione dell’arte in Italia.

QUI L’ELENCO COMPLETO DEI MUSEI CHE PARTECIPANO ALL’INIZIATIVA

Dal 2005 a oggi la Giornata del Contemporaneo si è conquistata un’attenzione particolare da
parte del grande pubblico e degli addetti ai lavori per l’importante ruolo che ha saputo svolgere
per la promozione della cultura contemporanea.

L’incremento in termini di aderenti (dai 207 del 2005 agli 837 del 2013, passando per i 1050 del 2010) e di partecipazione (dai 97.000 visitatori delle prime edizioni ai circa 230.000 delle ultime) alle Giornate del Contemporaneo degli scorsi anni ha dimostrato con chiarezza la sempre maggiore attenzione che le realtà del contemporaneo prestano ad AMACI e alle sue iniziative.

In dieci anni la Giornata delContemporaneo ha permesso infatti di concretizzare una mappa dell’arte di oggi che ha coinvolto non soltanto le grandi città ma anche i centri più piccoli, da sempre molto attivi, dove
i musei hanno assunto il ruolo di poli culturali con la missione di presentare e valorizzare
l’attività degli artisti contemporanei, evidenziando l’importante funzione che il
contemporaneo svolge nello sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese.
In particolare quest’anno il numero degli aderenti alla Giornata torna a crescere: sono già
più di 800 i musei, le gallerie, le associazioni e i luoghi d’arte pubblici e privati che hanno
confermato la loro apertura gratuita, e altri ancora se ne aggiungeranno nei prossimi giorni.
L’elenco completo degli eventi è scaricabile dal sito www.amaci.org.
Come nelle passate edizioni, AMACI ha affidato l’ideazione dell’immagine guida della Giornata
del Contemporaneo a un artista italiano di fama internazionale. Dopo Michelangelo Pistoletto
(2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010),
Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012) e Marzia Migliora (2013), per il 2014 i direttori dei
26 musei associati hanno scelto all’unanimità Adrian Paci, artista albanese di nascita e italiano
di adozione, a testimoniare che l’arte trascende confini e nazionalità e con il suo linguaggio
può contribuire al percorso di crescita e maturazione di ogni società civile.

 

Il tema del viaggio e del distacco sono alla base di Greeters, l’immagine di Adrian Paci: due
ragazzi ci salutano, in un gesto congelato dal fermo-immagine che trasforma la narrazione video
in immagine fissa. Tolti dal contesto, i due giovani non raccontano nulla di se stessi, ma portano
l’osservatore, impegnato nello sforzo di rispondere, a viverli come familiari, vicini, in una visione
empatica che li unisce in un unico abbraccio. Le due figure, rese astratte dalla semplice ma
potente operazione dell’artista, mostrano qualcosa di forte e allo stesso tempo di
vulnerabile, con i loro volti apparentemente sereni, i loro gesti confidenziali, il loro sguardo che
incrocia il nostro sostenendolo.
La scelta – spiega Adrian Paci – è stata quella di accostare due realtà che sembrano lontane,
antitetiche. I due giovani della foto non c’entrano nulla con il cosiddetto “mondo dell’arte”. Nessun
collegamento sembra riuscire a mettere insieme il vissuto che emerge da questa immagine e la
realtà sofisticata e a volte cinica del mondo dell’arte. E qui sta il significato più profondo e il
contributo che questa immagine cerca di portare: la semplicità e il carico di mondo che essa
porta con sé si incontrano e si scontrano con il mondo dell’arte. “Quelli che stanno fuori”
semplicemente salutano “quelli che stanno dentro” innescando una comunicazione carica
di umanità.
La Giornata del Contemporaneo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana,
si avvale del sostegno della PaBAAC – Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti,
l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero dei beni e delle attività culturali e del
turismo, del patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, del Senato
della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del
turismo, del Ministero degli Affari Esteri, della Conferenza delle Regioni e delle Province
autonome, dell’UPI – Unione Province d’Italia, dell’ANCI – Associazione Nazionale Comuni
Italiani e di ICOM Italia.
Gondrand diventa quest’anno Partner Ufficiale della Decima Giornata del Contemporaneo,
mentre Telecom Italia continua ad affiancare AMACI in qualità di Partner Tecnologico,
mettendo a disposizione il suo know-how con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico sempre più
interessato ai temi dell’arte contemporanea.
La Regione Toscana, infine, si conferma Partner Amico della Decima Giornata del
Contemporaneo.
AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani è un’associazione non profit
che riunisce 26 tra i più importanti musei d’arte contemporanea del nostro Paese.
Nata nel 2003 con lo scopo di sostenere l’arte contemporanea e le politiche istituzionali legate
alla contemporaneità AMACI si propone di consolidare ogni anno di più il suo ruolo di realtà
istituzionale e di punto di riferimento per la diffusione dello studio e della ricerca artistica
contemporanea in Italia e all’estero.

x

Ti potrebbe interessare

piccinini

Nulla è “Ovvio” sotto questo sole. Giovanna Piccinini orienta il nostro guardo verso ciò che non vediamo più

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico