Home / News / Schad, una cicatrice sul collo della modella e un oscuro narciso in fondo alla stanza
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Schad, una cicatrice sul collo della modella e un oscuro narciso in fondo alla stanza


di Chiara Bertoldi

Tra i più suggestivi ritratti del Novecento, un posto d’onore meritano quelli realizzati a partire dagli anni Venti da Christian Schad (1894-1982), pittore tedesco esponente, accanto a Beckmann, Grosz e Dix, della Nuova Oggettività (die Neue Sachlickeit).
Nato in un’agiata famiglia aristocratica, dopo gli studi all’Accademia di Monaco viaggiò molto. Inizialmente si trasferì a Zurigo, poi a Ginevra dove abbracciò il movimento Dada e, già nel 1918, diede vita alle sue prime “Schadografie”, ovvero nuove espressioni di fotografia astratta che ben presto sarebbero state riprese anche da Man Ray. In Italia trascorse cinque anni, dal 1920 al 1925 ed ebbe così modo di accostarsi alla pittura italiana: da una parte subì il forte influsso di Raffaello e della sua “Fornarina”, dall’altro quello di Felice Casorati. Nel 1924 si sposò ad Orvieto con Marcella, una ragazza romana. Dal 1928, dopo un soggiorno a Vienna, si stabilì invece a Berlino.

A partire dal 1921 iniziò a dipingere abbracciando uno stile realista che gli permise di criticare profondamente la società borghese, mostrandone impietosamente il decadimento morale nascosto dietro una labile facciata. Ecco dunque materializzarsi le sconvolgenti effigi di seduttrici solitarie, di musicisti, medici, scrittori, ma anche di circensi, esponenti di un mondo che sempre affascinò Schad. Le sue figure sono inesorabilmente solitarie, anche se immerse in un contesto sociale, soffrono per il loro isolamento ed alienamento e sembrano corrose dai mali di quegli anni. Se erano questi i temi ricorrenti nella produzione tedesca (e non solo) del tempo, a differenza di Grosz e Dix, egli non era solito utilizzare la caricatura, al contrario criticava la società attraverso dettagli freddi, congelati e talvolta incomprensibili, enfatizzando impietosamente la distanza incolmabile tra i suoi personaggi.

Emblematico a tal proposito “Autoritratto” del 1927, uno degli autoritratti più intriganti del XX secolo. Il pittore, vestito con una curiosa camicia verde trasparente, fissa lo spettatore con aria distaccata, mentre dall’altro lato dell’opera una modella nuda, dal profilo aguzzo guarda altrove. Entrambi sono immersi in una profonda e disarmante solitudine. A colpire sono inoltre i particolari: il narciso dall’oscuro significato sullo sfondo del dipinto e la villana cicatrice che solca impietosamente il collo della donna.

Christian Schad, “Autoritratto”, 1927

Christian Schad, “Autoritratto”, 1927

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Gentile da Fabriano, quando dipingi la vita come una cosa meravigliosa

Giovani donne, fiori, giardini, bambini. I quadri di Courtney Curran. Il video