Home / News / Splendida Venezia negli acquerelli di John Singer Sargent. Ecco un delizioso filmato
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Splendida Venezia negli acquerelli di John Singer Sargent. Ecco un delizioso filmato


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995
singer

“Mi sono avvicinato a lei, l’ho girata sull’altro fianco, il sinistro, perché – pur restando sdraiata – potesse rivolgere lo sguardo verso le finestre e vedere lo spettacolo dei gabbiani reali impazziti sul Canal Grande, nella notte che sprofondava verso le tre. Turbinavano candidi, nell’oscurità, divinamente spettrali, assorbendo i residui di luce elettrica emanati dalle rive. Anch’io mi sono sdraiato sul fianco sinistro. Ho appoggiato il mio torace alla sua schiena, la mie ginocchia all’incavo dei suoi ginocchi, fino a portare il dorso dei miei piedi sotto le palme lievemente ruvide dei suoi. Ora mi sentivo parte del tutto, mentre l’oscurità s’ingolfava di ali candide, impazzite, fluorescenti, scompaginate da una crudeltà di vento che provocava la rumorosa oscillazione delle antenne. Mi sono avvicinato al suo orecchio. Ho contemplato la perfezione delle volute.
-Ti amo, Aleksandra” le ho detto con uno spiccato, dolce accento di tempesta.
Lei ha serrato forte gli occhi per resistermi e assaporarmi. scendendo ai presupposti della sua infanzia, Venezia riversava sulle tende un’aria che aveva l’odore di lamiere ghiacciate e di fiori morti. “Io -disse lei, con un fiato impercettibile- ti aspettavo dall’età di dieci anni. E non avevo dubbi che saresti arrivato in una notte come questa”

Soggiornare a Venezia, amare Venezia, visitare Venezia. Hotel di Venezia. Negozi di Venezia. Venezia raffinata. Venezia dell’arte. Venezia dello shopping

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista