Home / News / Stephan Brusche, la creatività fatta a banana. Ecco la galleria dei frutti d’arte
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Stephan Brusche, la creatività fatta a banana. Ecco la galleria dei frutti d’arte


Stephan Brusche, 37 anni, ha iniziato a disegnare sulle banane alcuni anni fa con una penna a sfera, pubblicando poi le immagini come post su Instagram. “Mi sono meravigliato di come è piacevole da disegnare una buccia di banana” afferma il creativo olandese, di Rotterdam per la precisione. La superficie della banana è vellutata e la penna a sfera scorre perfettamente, consentendo di ottenere con scioltezza effetti chiaroscurali. Lavorando attorno allo stesso supporto, Brusche percorre decine di possibilità espressive offerte dal frutto tropicale, immaginando, in modo ironico e poetico, di ricollocare anche capolavori della storia dell’arte.

Tributo di Banksy

Tributo a Banksy

Mattina di Pasqua

Mattina di Pasqua

Il Cristo di Dalì

L'ultima cena di Leonardo

L’ultima cena di Leonardo

 

Lumaca

Lumaca

L'esquimese e l'orso

L’esquimese e l’orso

Banana Love

Banana Love

Testa di elefante

Testa di elefante

La creazione di Adamo

La creazione di Adamo

Bassotto

Bassotto

Stephan non vende le banane ma ha collezionato le immagini in un calendario in vendita Fruitdoodles. In un libro sono pubblicate anche le immagini di frutta come kiwi, arance e mele in aggiunta alle ormai celebri banane.

Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

The Beatles, Abbey Road

Star Wars

Star Wars

La natività

La natività

Intreccio vichingo

Intreccio vichingo

Giraffa

Giraffa

Il bacio di Gustav Klimt

Il bacio di Gustav Klimt

Banana Del Rey

Banana Del Rey

L'arca di Boè

L’arca di Noè

Caino e Abele

Caino e Abele

Adamo ed Eva

Adamo ed Eva


x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista