Home / arte curiosità / La Gioconda nuda
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

La Gioconda nuda

Come ti spoglio Monna Lisa. Mettere a nudo la protagonista del più celebre quadro di tutti i tempi è evidentemente una tentazione irresistibile per molti artisti da cinque secoli a questa parte. Esistono o sono esistite Gioconde nature di scuola lombarda, nordica, fiamminga, tedesca. La prima potrebbe essere addirittura dovuta a Leonardo medesimo, che secondo alcuni studiosi avrebbe ideato una versione senza veli del suo dipinto.

Gioconda nuda attribuita alla bottega o alla scuola di Leonardo

Gioconda nuda attribuita alla bottega o alla scuola di Leonardo

Alcuni quadri in questione sono stati individuati, grazie al lavoro deli studiosi Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato,  mentre le informazioni relative agli altri si confondono nelle nebbie del passato. Vi sono ad esempio notizie di un dipinto esposto a Las Vegas negli anni Sessanta; oppure si parla di una tela dispersa nella quale la protagonista sfoggia, stretto tra le mani, un gioiello ovale con il profilo del genio toscano e la scritta (ma sulla decifrazione della data non mancano i dubbi) “Leonardo da Vinci 1501”.

Gioconda nuda, incisione del 1775 da  un dipinto in passato attribuito a Leonardo

Gioconda nuda, incisione del 1775 da
un dipinto in passato attribuito a Leonardo

Di quest’opera, purtroppo, rimane solamente una fotografia in bianco e nero, senza dati relativi alla collocazione. Se si trattasse di un autografo leonardesco si avrebbe la prova definitiva che a dar vita all’intrigante filone sarebbe stato – lo si accennava all’inizio – lo stesso autore della Gioconda vera, ossia quella vestita.

Gioconda nuda di collocazione sconosciuta

Gioconda nuda di collocazione sconosciuta

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista