Home / Arte Eros / Stuart Weston, desideri, allucinazioni, proiezioni della fotografia nella pittura
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Stuart Weston, desideri, allucinazioni, proiezioni della fotografia nella pittura


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI IN ALTO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995
stuart weston
Cosa produce la traslazione di un corpo attorno a se stesso? E se dovessimo vedere i nostri movimenti bloccati sequenzialmente sulla “lastra”? Dai tempi della nasciita della fotografia le sovrimpressioni hanno creato elemento di stupore e di curiosità, con la possibilità di moltiplicazioni delle personalità. E’ questo il fascino? L’essere compresenti in un una fotografia mostrando contemporaneamente le diverse sfaccettature, spesso funzionalmente opposte, della nostra personalità? Il fotografo Stuart Weston è un maestro assoluto anche in queste immagini che egli raccoglie nella serie di “Stati di allucinazione”.Ma non sono totalmente tali. Allucinati, intendiamo. Poichè l’allucinazione ha in sè un lato spaventoso e una ricettività percettiva febbricitante, causata da uno stato alterato di coscienza. Qui, invece, non siamo di fronte a un incubo, ma all’oscillare di un sogno. Stuart Weston è uno dei big della fotografia mondiale. Ha vissuto e lavorato a Miami, New York, Parigi e Milano.

Tra le sue campagne fotografiche, quelle per L’Oreal (New York, Parigi e Londra), Vogue Brasil, Virgin Media, Fred Perry, 125 Magazine, Harrods e artisti del calibro di Gary Moore, Robbie Williams, Shola Amah e più recentemente Skunk Anansie.

Premiato con uno dei più prestigiosi riconoscimenti del settore, l'”Hasselblad Masters Award”, Weston appartiene alla corrente postmoderna, che supera lo sperimentalismo minimalista a favore di un recupero e di una fusione turbinosa tra il passato e il presente
Artisti del Rinascimento italiano e maestri olandesi del 17 ° secolo hanno una forte influenza sul suo lavoro di Stuart che, in queste opere, cita anche l’onirismo di William Blake.Le opere possono essere acquistate, anche on line, rivolgendosi alla galleria di riferimento, la Galeria de Arte AFK di Lisbona.
stuart weston 4


stuart weston 3

stuart weston 2

 

 

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista