Home / Tag Archivi: Orchestra di donne nude

Tag Archivi: Orchestra di donne nude

Il desiderio di sporcare di pittura un’eterea violinista nuda. L’opera di Alainjuno. Il video

Più di 40 anni di attività in campo artistico, l'esplorazione di numerose tecniche, invenzione di spettacoli d'arte in cinque continenti. L'artista francese ha anche praticato una forma di body art, lavorando, nel caso mostrato dal filmato, in un'accesa contrapposizione tra apollineo e dionisico. Una modella nuda che suona il violino sembra la più intangibile musa del Parnaso. Ma l'artista la riporta alla corporeità, abbassandola con la colorazione a soggiacere ai desideri umani. a violinista

Leggi Articolo »

Thomas Rowlandson – Sesso gioioso e comico tra Settecento e Ottocento

Gli abiti, le sottane alzate, i cappelli o le acconciature, non dimostrano soltanto la rapinosità del raptus erotico, la sua impertinente apparizione in contesti che gli non gli appartengono normalmente; ma intende sottolineare che tutti cadono nel peccato; e con grande gioia; cameriere, contesse, principesse, frati, timide ragazzine; tutti travolti dall'istinto, sempre all'improvviso, che porta alla consumazione di un piacere imprevisto, poichè l'eros ha la parvenza di essere sempre, in Rowlandosn, qualcosa di clandestino, furtivo, imprevedibile, fuori dalle corrette convenzioni sociali

Leggi Articolo »

Lei suona l’arpa e lui la tromba. Eros e musica. Disegni del ‘700 e ‘800

Già nel Cinquecento il concerto musicale si prestava ad essere giocato sull'equivoco dell'incontro erotico. Più che la musica, ad impressionare gli amanti degli equivoci, era la gestualità sensuale e carnale con la quale i musicisti suonavano il proprio strumento o cantavano; un rapimento amoroso, ma fatto di movimenti, di arpeggi, di strusciamenti incessanti. E, al tempo stesso il convegno, il dirigersi verso lo stesso luogo, fondendo i fraseggi. Nei secoli, in particolare, colpì il rapporto delle giovani musiciste con l'arpa o con gli strumenti a piede come il contrabbasso

Leggi Articolo »

Super trash contro Beethoven: Michelle l’Amour dirige con le natiche la V sinfonia. Il video

Trash, comica, irridente. Michelle L'amour provoca il pubblico, dirigendo, con ritmiche contrazioni delle natiche e fingendo di seguire lo spartito, invisibili musicisti che eseguono la drammatica V sinfonia di Beethoven, ormai parte della cultura pop. Il lavoro del genio tedesco venne composto tra il 1807 e il 1808. Le quattro note introduttive sono molto famose nella cultura pop; appaiono quindi in numerose opere cinematografiche, generalmente indicando un momento di tensione. L'attacco della sinfonia fu anche usato dalle trasmissioni in italiano di Radio Londra durante la Seconda guerra mondiale, in quanto in codice Morse tre punti e una linea formano l'iniziale V di Victory

Leggi Articolo »

Il video. Concerti serio-pazzi: orchestra classica di giapponesi nude esegue Ciaikovskij

La musica classica occidentale non è certamente in crisi, specie in Oriente. Ma se il concerto tradizionale è statico, sacrale e, come pare ovvio, al di là dei movimenti del direttore d'orchestra e dei professori, finalizzato esclusivamente a sottolineare il rapporto tra esecuzione e suono, in un dimensione uditiva preponderante, la modernità offre nuovi modelli di dissacrazione e di marketing. Forse anche i giovani giapponesi hanno difficoltà nel costituire orchestre che possano stare minimamente in piedi, sotto il profilo economico. Ecco, allora, l'idea. Gruppo femminile che lascia le pudicizie del conservatorio, per esibirsi completamente nudo. Il repertorio? Vasto, ma fortemente incentrato su Ciaikovskij. Curiosa anche la minima forma coreografica. La direttrice d'orchestra entra vestita nella sala e si spoglia davanti al pubblico, impassibile, rispetto al quale poi volta la schiena per dare inizio all'esecuzione. Nel filmato

Leggi Articolo »