Home / News / Un tuffo dove il sogno è più blu, in Veneto le grandi utopie pittoriche degli anni Settanta
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Un tuffo dove il sogno è più blu, in Veneto le grandi utopie pittoriche degli anni Settanta

di Claudio A. Barzaghi

Alle volte capita di essere colti da una sorta di struggente nostalgia, così come capita di domandarsi cosa possa essere successo e come abbiano fatto certe cose a sparire nel nulla. Colpa del tempo, certo, spesso gentiluomo ma con eguale frequenza eccentrico e baro.
Con un simile pensiero nella testa ci si può interrogare, infatti, su che fine possa aver fatto nel mondo dell’arte lo spirito degli anni ’70 e ‘80, quello pervaso dall’idea che tutto è possibile, e quindi in perenne rotta verso l’isola che non c’è, magari in compagnia di un irriducibile personaggio alla Peter Pan.

 

Marcolino Gandini, 1984

Marcolino Gandini, 1984

Beh, di sicuro quello spirito è scomparso (forse rintanato sull’isola finalmente raggiunta), però se ne può trovare ancora traccia qua e là; si tratta solo di cercare e un po’ spulciare. Così facendo, complice l’estate che rende tutto più facile e leggero, si può arrivare a San Martino di Lupari in provincia di Padova, dove esiste senza esistere (in caso contrario cosa c’entrerebbe Peter Pan?) il Museo Civico d’Arte Contemporanea intitolato a Umbro Apollonio.
Tutto ha inizio negli anni ’70, non a caso, quando un gruppo di ardimentosi collezionisti e appassionati d’arte decide di dare vita a una Biennale di arte contemporanea che sarà curata ininterrottamente dal 1971 al 1986 dall’artista Edoer Agostini. C’è da non crederci – sembrerebbe un’idea strampalata – eppure l’iniziativa funziona e ha pure successo, catapultando d’un balzo un piccolo paese della provincia sonnacchiosa nel bel mezzo della contemporaneità più sperimentale. Qui, all’interno di una chiesa sconsacrata sede della manifestazione, convergono di edizione in edizione i più bei nomi dell’arte programmata e cinetica del periodo, invadono lo spazio e creano il corpo dell’attuale collezione. Si tratta di nomi del calibro di Max Bill, Julio Le Parc, Horacio Garcia Rossi, i membri dell’ex Gruppo Enne quasi al completo (Biasi, Chiggio, Landi, Massironi), Victor Vasarely, e moltissimi altri. Insomma, il tuffo in un mare turbolento che ha fatto del continuo mutamento visivo la propria missione artistica.

Salvador Presta, 1983

Salvador Presta, 1983

Tutto bene al dunque: sì e no! Come per tutte le belle storie ci si aspetterebbe un lieto fine, però non è esattamente questo il caso. Di fatto gli anni passano e il Museo non ha ancora una sede degna di tale nome, in pratica c’è tutto il necessario: la collezione, i cataloghi, la consapevolezza della bella e storica avventura, e persino un’amorevole curatrice, Pinuccia Agostini, la figlia del pionieristico iniziatore. Manca solo la sede che un giorno forse ci sarà.
Però il fatto, seppur innegabile, non è un buon motivo per non visitarlo questo strano Museo che non c’è, perché comunque le opere sono ospitate nel Municipio e godibili con una semplice telefonata di prenotazione. Pinuccia sarà ben lieta di fare da guida competente e ben informata sui fatti.

CONTATTI
Museo d’Arte contemporanea Umbro Apollonio
c/o Municipio di San Martino di Lupari
Largo Europa, 1
35018 San Martino di Lupari – PD
tel. 049.9440410
info@museoumbroapollonio.it

Valutazione gratuita quadri e oggetti / Come vendere  e guadagnare da casa / Fare gli artisti e guadagnare si può

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

L’elefante nell’arte, il significato allegorico dell’animale più amato da Leonardo da Vinci

Un aereo che vola sul foglio. Ecco il trucco per questa splendida illusione ottica