Home / News / Una stampante fa la scultura in cioccolato del tuo volto
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Una stampante fa la scultura in cioccolato del tuo volto

cioccolata sculturina

cioccolato Verticale
La procedura di calco dal vero, appartiene profondamente alla storia della scultura.  Nel passato, anche remoto, attraverso l’uso di gesso o di almetriale malleabile, venivano, ad esempio rilevati i tratti del volto per le maschere funebri. L’uso del calco dal vero era esteso a mani e piedi nel campo della scultura.

Oggi la nozione di calco e di stampo sono superate dall’avvento delle stampanti 3D, cioè tridimensionali finalizzate alla costruzione di oggetti, realizzati con diversi materiali. La terza dimensione è quella della profondità, che non era raggiungibile attraverso le stampanti tradizionali. Ma ora il caricamento di immagini frontali, laterali e posteriore dell’oggetto, è possibile ricostrurlo perfettamente, con un getto controllato di plastica o di altra materia fluida, in grado di solidificarsi al momento della diminuzione della temperatura.  Ritratti tridimensionali – e pertanto scultorei – dei volti, sono oggi realizzati anche in cioccolato, grazie a una specifica stampante appena messa a punto nel Regno Unito.

Liang Hao, docente all’Università di Exeter, ha fondato la compagnia Choc Edge per commercializzare il dispositivo.”Abbiamo migliorato e semplificato la macchina, così ora è veramente facile da usare”, ha detto il dottor Hao.

Il professore e i suoi collaboratori posano, mostrando i ritratti bidimensionali, realizzati con stampante 3d al cioccolato

Il professore e i suoi collaboratori posano, mostrando i ritratti bidimensionali, realizzati con stampante 3d al cioccolato

Una stampante 3D per cioccolato costa poco meno di tremila sterline. Altri ricercatori di tutto il mondo sono stati anche impegnati a cercare di sviluppare “stampanti alimentari” – nel 2011, il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha sviluppato un prototipo di un dispositivo simile, chiamato digital chocolatier.

 

 

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

x

Ti potrebbe interessare

F. HAYEZ, I profughi di Parga, 1831, olio su tela, 201 x 290 cm, Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

Vade retro, Romantico

a manzoni copertina

Marco Manzoni primo premio assoluto al Nocivelli 2016. L’intervista