Home / News / Va all’asta il Castello delle fate. Con 50 euro si diventa comproprietari
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Va all’asta il Castello delle fate. Con 50 euro si diventa comproprietari

a castello

 

 

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Uno splendido castello francese del Quattrocento – o quanto resta di esso – in vendita all’asta. Tra chi ha messo gli occhi sulla struttura anche i dirigenti di un’associazione che propone al pubblico di diventare comproprietario dello storico edificio di Saint-Vincent-le-Paluel, un comune francese di 284 abitanti situato nel dipartimento della Dordogna, nella regione dell’Aquitania. Ma se qualcuno di voi fosse nelle condizioni d’economia e d’animo di fare un bel colpo di testa, ecco, il prezzo non è altissimo. Dovrebbe infatti assestarsi sui 250mila euro. L’appuntamento per aggiudicarselo è al TGI di Bergerac, il 21 settembre 2017. Il castello delle fate – come viene chiamato nella zona per animate, candide presenze notturne – ha subito quattro incendi, dei quali uno durante l’occupazione nazista.Siamo in una zona compresa tra la Francia meridionale e quella centrale.

“Ogni donatore potrebbe possedere una o più azioni. Creeremo una società, con un consiglio di amministrazione e una riunione annuale – ha spiegato a Le Figaro Julien Marquis, CEO dell’associazione Adottare un castello. “Sappiamo poi che dovranno essere investiti 500.000 euro per ripristinare Le Paluel.”. La proprietà è composta da un palazzo con 8 camere, stalle, un mulino, una piccionaia, un garage, un laghetto, una piscina. Boschi e prati.
Qui fu allestito il set del film The Tattoo (1968) di Denys de La Patellière, con Jean Gabin e Louis de Funès.


COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Lev Tchistovsky, masturbazione e tumide orchidee. Nel video, le opere

Van Gogh, gli esordi – Come disegnava e dipingeva da ragazzo