Home / News / Van Gogh a Milano, primo degli eventi mondiali per i 125 anni dalla morte. Qui l’elenco completo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Van Gogh a Milano, primo degli eventi mondiali per i 125 anni dalla morte. Qui l’elenco completo

Vincent van Gogh La vigna verde Olio su tela, cm 73,5 x 92,5 1888 Kröller-Müller Museum, Otterlo © Kröller-Müller Museum, Otterlo

Vincent van Gogh
La vigna verde
Olio su tela, cm 73,5 x 92,5
1888
Kröller-Müller Museum, Otterlo
© Kröller-Müller Museum, Otterlo

Nel 2015, il 125° anniversario dalla morte di Vincent van Gogh (Zundert, 30 marzo 1853 – Auvers-sur-Oise, 29   luglio 1890) viene celebrato con un ampio programma culturale dal tema 125 Anni di Ispirazione.   L’organizzazione del programma è affidata ai musei e ai luoghi di Van Gogh che danno attenzione alle opere, alla  vita e alle fonti di ispirazione del grande artista olandese. Grazie alla fondazione Van Gogh Europe, molti eventi   dedicati si terranno non solo in Olanda, ma anche in Belgio e in Francia. Parallelamente, un altro programma   speciale intende mostrare l’influenza che Van Gogh ha ancora oggi su artisti e pittori contemporanei: dal parco   floreale Keukenhof alla parata floreale Bloemencorso di Zundert, dall’itinerario ciclabile dedicato progettato da   Daan Roosegaarde a Vincent il Musical.

Il primo evento a Palazzo Reale di Milano
Dal 18 ottobre 2014 all’8 marzo 2015 il Palazzo Reale di Milano ospita la mostra Van Gogh. L’uomo e la terra a cura di   Kathleen Adler. Promossa dal Comune di Milano, prodotta e organizzata da Palazzo Reale, Arthemisia Group e 24 ORE   Cultura – Gruppo 24 ORE, l’esposizione presenta una lettura dell’opera di Van Gogh del tutto inedita, con particolare   attenzione alle tematiche legate a Expo 2015: la terra e i suoi frutti, l’uomo al centro del mondo, la vita rurale e   agreste così strettamente legata al ciclo delle stagioni.

QUI LA SCHEDA DELLA MOSTRA

Eventi nei musei olandesi
Tutti i musei che hanno nella propria collezione opere di Van Gogh offriranno al pubblico un ricco programma che   permetterà ai visitatori di conoscere le fonti di ispirazione e i contemporanei dell’artista olandese. Sarà anche   possibile osservare da vicino come Van Gogh influenzi ancor oggi molti artisti.

Kröller-Müller Museum
24.04.15 – 27.09.15  Van Gogh & Co. Attraverso la collezione.  Nature morte, paesaggi, vedute cittadine e figure umane realizzate da Vincent van Gogh vengono messe a confronto   con le opere dei suoi contemporanei appartenenti alla stessa corrente pittorica. Più di cinquanta tra dipinti e disegni   di Van Gogh sono esposti accanto a varie opere di altri artisti antecedenti e posteriori.

Van Gogh Museum
25.09.15 – 17.01.16  Munch : Van Gogh  Nonostante le sorprendenti analogie nelle opere e nelle ambizioni artistiche, e nonostante il fatto che fossero spesso   considerati omologhi, questi due grandi nomi della pittura non sono mai stati esposti insieme prima d’ora.

Noordbrabants Museum
24.01.15 – 26.04.15  Design dalla terra dei mangiatori di patate: incontro con Van Gogh  Gli oggetti unici realizzati dai designer del Brabant vengono messi a confronto con tre tra le opere più famose   realizzate da Vincent van Gogh.

 Eventi nella terra di Vincent
Le radici di Vincent van Gogh si trovano nel Brabant: qui è nato e cresciuto e ha realizzato il suo primo capolavoro I  mangiatori di patate. In cinque particolari luoghi di questa regione si possono trovare le tracce della vita e delle   opere uniche del grande artista. Per questo il Brabant, la terra di Van Gogh, offre un programma molto ricco. Oltre   all’attenzione dedicata ai luoghi più importanti per Vincent, vengono organizzate molte attività parallele adatte al   pubblico di tutte le età. A Zundert si possono ammirare le mostre Il mondo di Van Gogh (12.10.14 – 08.03.15) e Robert   Zandvliet – Frammenti di natura (30.03.15 – 30.08.15). A Nuenen invece sarà in scena lo spettacolo The Vincent   Affaire (01.04.15 – 01.10.15) di Nune Ville, mentre i bambini verranno coinvolti nel programma educativo Il Nuovo   Vincent a Tilburg, alla ricerca di piccoli talenti.

Vincent come fonte di ispirazione
Per numerose organizzazioni e iniziative 125° anno dalla scomparsa di Van Gogh rappresenta l’occasione di mostrare   quanto l’artista sia ancor oggi fonte di ispirazione. Il parco floreale Keukenhof dedicherà alla figura di Van Gogh un   autoritratto realizzato con fiori. I giardini di Appeltern invece, realizzeranno nel 2015 dieci giardini ispirati a Vincent.  Vicino a Eindhoven si inaugura il 12 novembre una pista ciclabile luminosa innovativa di 600 metri ispirata a Van Gogh   realizzata dal designer Daan Roosengaarde. Sempre a Eindhoven, il festival delle luci GLOW mette in mostra opere   d’arte che guardano a Van Gogh, mentre il Festival Boulevard di ‘s-Hertogenbosch offre l’occasione, a giovani registi   teatrali, di sviluppare un programma all’insegna del grande artista. Non saranno da meno la parata floreale   Bloemencorso di Zundert, il Redhead Days di Breda e l’evento dance Wish Outdoor, che offriranno il proprio omaggio.

Chiusura musicale
A conclusione dell’anno dedicato a Van Gogh, in autunno 2015 verrà presentata la prima del musical Vincent, una   rappresentazione teatrale musicale che dà nuova vita alle opere di Van Gogh in maniera del tutto originale, prodotta   da Albert Verlinde.

 Eventi in Belgio
Dal 25 gennaio al 17 maggio 2015, la Fondazione Mons 2015, Capitale Europea della Cultura, organizza la mostra Van   Gogh nel Borinage, la nascita di un artista presso il BAM (Museo delle Belle Arti). Si possono ammirare circa 70 dipinti   e disegni provenienti da diverse collezioni internazionali, tra cui diversi prestiti provenienti dal Van Gogh Museum e   dal Kröller-Müller Museum. In occasione di Mons 2015 aprirà anche la casa di Wasmes (oggi Colfontaine) dove l’artista   ha vissuto, e si ripercorrerà il periodo in cui il regista Vincente Minnelli si recò nel Borinage negli anni ’50 del secolo   scorso per le riprese del film Lust for Life, dedicato proprio a Vincent van Gogh.

Eventi in Francia
Anche numerosi luoghi in Francia saranno coinvolti nelle attività di Van Gogh Europe. Da settembre 2014, a Parigi si   organizza un nuovo tour della Montmartre di Van Gogh, mentre la Fondation Custodia organizza, dal 13 dicembre 2014   al 18 marzo 2015, la mostra Tra Goltzius e Van Gogh. Disegni e dipinti dalla Fondazione P. e N. de Boer. La Fondation   Vincent Van Gogh di Arles invece, dedica una mostra a Van Gogh come disegnatore dal 17 maggio al 30 agosto 2015.   Saint-Rémy organizza un ampio programma ricco di rappresentazioni teatrali, letture e film. Ad Auvers-sur-Oise, dove   Van Gogh morì nel 1890, la stagione culturale Sulle tracce di Van Gogh (4 aprile – 30 agosto 2015) sarà all’insegna del   grande artista, proprio come nel 2014.

 Campagna internazionale
Van Gogh 2015 Alliantie  Per la promozione dell’anno dedicato a Van Gogh, NBTC Holland Marketing, RBT KAN e Visit Brabant hanno unito le   proprie forze nella Van Gogh 2015 Alliantie. Grazie ai finanziamenti delle regioni del Gelderland e del Brabant e   grazie a partner esteri, è stato possibile dare visibilità internazionale ai musei e ai patrimoni riuniti sotto la  fondazione Van Gogh Europe con la speciale campagna Van Gogh 2015. Come risultato di questa collaborazione, sono   previsti 180.000 visitatori stranieri in Olanda.

 La fondazione Van Gogh Europe
Quattro organizzazioni costituiscono la base della fondazione Van Gogh Europe: il Van Gogh Museum, il Kröller-Müller   Museum, Van Gogh Brabant e Mons 2015, Capitale Europea della Cultura. Sotto il nome collettivo di Van Gogh Europe,   esse costituiscono il fulcro della collaborazione tra circa 30 organizzazioni con base in Olanda, Belgio, Francia e  Inghilterra, attivamente impegnate nella promozione dell’eredità lasciata dal grande maestro olandese.

x

Ti potrebbe interessare

a amazon

Regali di Natale. Scopri qui le super-offerte Amazon. Per categorie e prezzi. Ordina dal computer e ricevi a casa in poche ore

a merda

Perchè non ci facciamo un regalo dadaista? A 6 euro la Merda di Natale (che non offende nessuno)