Home / Mostre in Italia / Vettor Pisani, tradurre il sogno in corpo e immagine
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Vettor Pisani, tradurre il sogno in corpo e immagine

Vettor_Pisani[1]Nel Centro per l’arte contemporanea “Open Space” di Catanzaro avrà luogo martedì 7 maggio 2012 alle 19,00 l’inaugurazione della mostra dedicata alla memoria del noto artista Vettor Pisani. L’evento è promosso ed organizzato dall’omonimo Centro, unitamente alle Cattedre di Pittura, Tecniche e tecnologie delle arti visive e Storia dell’arte contemporanea della locale Accademia di Belle Arti.

La mostra intitolata con il provocatorio titolo: Vettor Pisani, l’artista dal sistema sistemato è curata da Graziano Menolascina (critico, curatore indipendente e docente di Storia dell’arte contemporanea nell’Accademia di Catanzaro) e si avvale dell’importante contributo di Mimma Pisani, operatrice culturale, compagna di vita e di lavoro del grande maestro, scomparso prematuramente nel 2011. Vettor Pisani artista che ha caratterizzato la scena dell’arte italiana ed europea dalla fine degli anni ’60 ai giorni nostri, segnando profondamente la modernità e traducendo, nella sua costante opera, la necessità di aderire al proprio tempo. Una complessa personalità che ancora oggi sobilla l’attualità dell’arte contemporanea. “…Artista dal Sistema si, si, sistemato/ – scrive Mimma Pisani, nel suo inedito testo – Mentre si allontanava sul vascello fantasma/ Ancora lo inseguivano pipistrelli e corvi/ Ed idre ripugnanti. Attraverso folate bluastre/ Vestito di malandata cenere/ Giungeva nel regno delle ombre/ Avvolto dalle macerie del Male.” (…) “In tempo per sussurrare:/ Vado perché sono smarrito/ Vinto, defraudato, umiliato.(…)

“Il maestro − come scrive Graziano Menolascina – ha portato avanti una ricerca ricca di riferimenti simbolici e mitologici, tra esoterismo e cultura ermetica. Le opere, formate da elementi razionali, si trasformano in composizioni figurative, raggiungono un potere allegorico talmente urlante da imporre nell’installazione, ben memore di come fu per Duchamp, un cartello d’ingresso imperativo: Silenzio. La storia che Vettor Pisani  ci racconta è, però, quella del teatro principe, quel teatro che da due millenni e mezzo si ripropone ogni giorno l’impossibile impresa di tradurre in realtà il sogno; che pretende d’attingere la creazione di un poeta, dalle pagine dov’essa vive la sua realtà perfetta, col mirabilissimo e pazzo proposito di trasportarla materialmente davanti agli occhi del pubblico, quel teatro insomma dove il verbo prende carne”.

In mostra – negli spazi del Centro – opere di grande formato che raccolgono momenti significativi della passata ricerca e  che compiutamente ne documentano la sua poetica.

Inaugurerà la mostra il Direttore dell’Accademia di Belle Arti arch. prof.ssa Anna Russo, presenterà la mostra il critico Graziano Menolascina, declamerà un inedito e particolare testo poetico di Mimma Pisani (dal titolo “Artista dal sistema sistemato”) un gruppo di studenti dell’Accademia.

La mostra resterà aperta nel Centro per l’arte contemporanea “Open Space” fino al 20 giugno 2013.

Giorni e orari di galleria: martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 20.00 e per appuntamento.

Ingresso libero.

 

Info: Centro Open Space, Via Romagna, 55, S. Maria di Catanzaro, tel./fax: 0961/61839, e-mail: openspace.artecont@teletu.it

 

Vettor Pisani (Napoli 1934 – Roma 2011). Architetto, pittore e commediografo. Ha esposto in numerose mostre personali, collettive e di gruppo. È stato invitato a rassegne nazionali e internazionali (Documenta 5, Kassel; Biennale di Venezia 1976, 1978, 1984, 1986, 1990, 1993; Quadriennale di Roma 1973, 1986, 1992). Nel 2012 il Museo di arte contemporanea di Roma ha dedicato all’artista la mostra Omaggio a Vettor Pisani, in cui è stata esposta una selezione di lavori che ne documentano compiutamente la poetica, affiancati da documenti inediti di archivio. La sua  bibliografia è presente in numerose pubblicazioni di carattere generale e monografico. Sue opere si trovano in Musei, collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

x

Ti potrebbe interessare

a dylan

Avete mai visto i quadri dipinti da Bob Dylan? In 3 minuti guardate qui la sua antologia pittorica

stendhal

Sindrome di Stendhal – Perché si soffre della sindrome di Stendhal?