Home / Mostre in Italia / Yoko Ono, Marina Abramovic, Hidetoshi Nagasawa, Costas Varotsos… e i “Disastri della guerra e della pace” a Lecce
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

yoko

Yoko Ono, Marina Abramovic, Hidetoshi Nagasawa, Costas Varotsos… e i “Disastri della guerra e della pace” a Lecce


“Disastri della guerra e della pace”
19 / 12 /2014 > 30/01/2015
10.30>12.30 15.30>17.30
lunedì chiuso
Ingresso gratuito

Castello di Acaya – Lecce

Nel Castello di Acaya, Lecce, si aprirà ufficialmente la mostra “Disastri della guerra e della pace“.
La mostra, curata da Pablo Rico e Anna Cirignola, include opere di Yoko Ono, Marina Abramovic, Hidetoshi Nagasawa, Costas Varotsos e sarà ospitata nelle sale dell’antico maniero (orari di apertura: 10,30/12,30 – 15,30/17,30 lunedi chiuso).

«Il cammino verso la pace è un piccolo sentiero che non apre orizzonti. I disastri della guerra sono, invece, evidenti sotto gli occhi di tutti: sofferenza, odio, violenza, penetrano nella pelle di ognuno di noi, anche se ne siamo lontani», sottolinea la curatrice Anna Cirignola. «Non c’è soluzione per la pace e si giustifica la guerra. Perché la pace è uno “stato dell’Essere”, una condizione umana che si raggiunge attraverso una comune volontà, liberandosi da vecchie convenzioni. Yoko Ono affermava “Ciò che sogni da solo è solo un sogno, ma ciò che sogni insieme è realtà”. È questo che esprime la sua opera “L’albero dei desideri”, dove l’armonia della pietra leccese e la gentilezza di un albero di ulivo dialogano di un mondo dove la pace si conquista nell’essere pace. Anche “Barca-Mandorla” 2014 opera del maestro Nagasawa con la sua bellezza e purezza», prosegue la curatrice, «lascia riflettere ciò che all’uomo sfugge, la sua parte più profonda, quel sentimento di pace e tranquillità che è in ognuno di noi. Artista senza veli sui Disastri della Guerra e della Pace è Marina Abramovic che nel video “Stromboli” è immobile, bagnata dalle onde del mare come in una perenne preghiera», conclude Anna Cirignola.

x

Ti potrebbe interessare

crocifisso di cividale

Il Crocifisso di Cividale. Da dove viene l’immagine di quel gigante buono?

Moses Levy: Spiaggia e figure a Viareggio, 1921

Moses Levy, le spiagge magiche e fatate degli anni Venti