Archivi Mensili: dicembre 2017

Accettarsi e mettere in luce ciò che amiamo di noi stessi. Perché amiamo l’immagine di Audrey Hepburn?

Dolce, espressiva, introversa, elegante nel portamento, bella, comprensiva. Le donne che si riconoscono in lei aderiscono ad un modello femminile straordinario e generalmente sono dotate di un'intelligenza raffinata e di una ricerca dell'ideale che le rendono ancor più sexy e desiderabili di quelle che amano esibirsi e alle estroverse a tutti i costi

Leggi Articolo »

I vizi capitali della coppia. I quattro dipinti di Bellini sul mobile nuziale. Malinconia, vanità, rabbia

I nodi simbolici delle opere di Giambellino realizzate per il restelo matrimoniale dell’allievo Vincenzo Catena. Nel mobiletto “da bagno” gli avvertimenti giornalieri all’uomo e alla donna sugli infortuni della virtù e un monito sull’inevitabile concatenazione dei peccati capitali

Leggi Articolo »

Mostri greci, romani ed etruschi: nell’arte le paure dei nostri antenati. Il video

Grifi, Chimere, Gorgoni, Centauri, Sirene, Satiri, Arpie, Sfinge, Minotauro, Tritone, Pegaso, Scilla e l’Idra di Lerna sono rappresentati su oggetti di tipologie diverse: sculture, terrecotte architettoniche, vasellame, armi, affreschi e mosaici di diversi ambiti culturali e cronologici, dall’Oriente alla Grecia al mondo etrusco, italico e romano.

Leggi Articolo »

Le 20 incisioni erotiche che Pinelli immortalò

Le incisioni erotiche che Bartolomeo Pinelli (1781/ 1835), celeberrimo cantore della romanità, pubblicò nel 1810 nella città dei Papi, si ispirarono alle calcografie che Raimondi, nel Cinqueecento, aveva ricavato dai disegni erotici di Giulio Romano, che erano state utilizzate per i Sonetti lussuriosi dell'Aretino. Pur mantenendo i "modi", cioè le posture erotiche degli illustri predecessore, Pinelli ammorbidì il segno, riducendo la statuarietà e la potenza ginnica delle analoghe incisioni cinquecentesche

Leggi Articolo »

Disegni Primo Novecento, i piaceri dell’inverno per contesse e gentiluomini

Ben disegnata e gioiosa, questa raccolta di cartoline licenziose in stile Primo novecento. L'anonimo abile illustratore immagina, con grande efficacia, gli effetti del grande freddo che attanaglia la terra e il tepore degli angoli di un palazzo in cui vivono una gentildonna e un gentiluomo. L'inverno è rigido e la dimora accogliente. E' bello, allora, evitare la noia dei ricevimenti, la vita mondana più intensa per esplorare esclusivamente se stessi. Con qualche malandrina incursione del signore tra il personale femminile di servizio. "Ma si sa - si diceva a quei tempi - l'uomo è cacciatore..."

Leggi Articolo »

Sai cos’è l’Ebbrezza di Noè? Amore paterno e una maledizione. Nella Bibbia e nell’arte

La famiglia e i rapporti tra figli e genitori restano l'asse fondamentale per la serenità degli individui e per un rafforzamento della sfera spirituale, indispensabile per non annegare presto nella tempesta della sola materia e dell'egoismo. E poiché, come ben sappiamo, la famiglia è la cellula della comunità e del mondo, è necessario partire a considerare il proprio nucleo di origine affinché il bene possa propagarsi, coinvolgendo anche noi stessi. Un episodio biblico con forte connotazione simbolica legato al comandamento "Onora il padre e la madre" - che in fondo potremmo oggi riscrivere in chiave moderna: Ama i tuoi genitori e aiutali, quando sono in difficoltà - fa luce su questo tratto fondamentale. Figlio di Lamec, Noè viene raccontato dal Genesi innanzitutto come uomo giusto...

Leggi Articolo »

Bellezze anni Settanta. Quanti brividi attorno a quelle foto di Jane Birkin. Il video

Capelli lunghi, filiforme, uno sguardo dolce e intenso. Jan Birkin era il contro-modello delle attrici maggiorate che ancora si insinuavano nell'orizzonte dell'immaginario. Cinquanta, Sessanta e primi anni Settanta furono dominati da un'idea di seno prorompente, travolgente, a volta volgare.E ciò, nonostante il patron del Crazy Horse dicesse che un bel seno sta in una coppa di champagne. Vero. Se la donna è magra. E certo le attuali protesi provocano uno sbilanciamento dei contrappesi dell'immagine, inserendo nella figura un qualcosa, ad un tempo di nodoso, di artificioso,di estraneo. Ma torniamo a Jane. Il seno piccolo incarnava la naturalezza e il dinamismo delle ragazze del suo tempo. Stivali, jeans, un busto proporzionanto e una bella massa di capelli creavano immediatamente l'incanto

Leggi Articolo »

Stella Carbone, viaggio artistico nei deserti pietrificati delle industrie abbandonate

La fotografa Stella Carbone, Premio finalisti Nocivelli 2017: "L’immagine proposta raffigura un interno di un insediamento industriale, una filatura, e fa parte di una serie di photo di macchinari da lavoro che appaiono come grandi mostri d’acciaio sopiti in attesa di un risveglio che la crisi dell’industria tessile a Prato ha reso sempre più lontano. La post produzione scarnificando alcuni particolari, ha voluto poi evidenziare l’effetto del tempo che sembra polverizzare e immobilizzare questi ambienti luminosi che fino a pochi anni fa erano animati e pieni di rumori"

Leggi Articolo »

Napoleone ordinò a David di cancellare Giuseppina dal quadro

Nel 1810 David conclude il dipinto Distribuzione delle aquile nel Campo di Marte il 5 dicembre 1804. Quando l’artista inizia la sua opera, nel 1807, la Beauharnais appare a fianco di Napoleone, mentre assiste al giuramento di fedeltà della Guardia Nazionale. Poi, le cose cambiano. Nel 1809, per ragioni di Stato, l’imperatore sposa Maria Luisa d’Austria

Leggi Articolo »