Archivi Mensili: gennaio 2018

Barbara De Vivi, la mitologia e le antiche immagini si incarnano nel presente

Barbara De Vivi è stata insignita del Premio finalisti Nocivelli 2017 per l'opera "Ila e il ninfo, ovvero Annunciazione": Le immagini sfuggono alla contingenza creando connessioni al di là delle epoche e delle culture. Così quest’immagine, sviluppatasi sulla tela quasi spontaneamente, senza un particolare riferimento narrativo, mi ha evocato contemporaneamente vicende diverse, dalle Argonautiche alla Bibbia, facendomi scoprire delle analogie tra l’episodio in cui Ila viene attratto e trascinato nell’acqua dalla ninfa, ma con i sessi invertiti, e l’annunciazione cristiana. L’atmosfera è sempre quella sospesa di un avvenimento soprannaturale, lo sgomento di Ila di fronte a una creatura non terrena si confonde a quello di Maria e la violenza dell’aggressione ha lo stesso impatto di quella della rivelazione".

Leggi Articolo »

Boldini dipinge le sue amanti insieme. Bionda e bruna, agli antipodi. Il retroscena

In Conversazione al caffè, opera dipinta da Boldini attorno al 1879, l’artista dichiara il proprio sogno pittorico ed erotico. Il pittore si compiace infatti – considerate anche le sue caratteristiche fisiche che non lo renderebbero particolarmente competitivo in questioni d’amore – di tenere unite, nello stesso quadro, le due donne del periodo parigino: a sinistra la contessa Gabrielle de Rasty, a destra la bionda Berthe. Due mondi conflagranti

Leggi Articolo »

Fausto Pirandello, pittore. Le opere, i rapporti con il padre. Quotazioni gratis

All’indomani della morte del padre (il grande drammaturgo, scomparso nel dicembre del 1936), si chiude il periodo più interrogante e sospeso di Pirandello, influenzato insieme dall’arte etrusca, dalla metafisica dechirichiana, dall’esempio di Picasso e di Braque e dal surrealismo - avvicinati questi ultimi direttamente nei tardi anni Venti trascorsi dall’artista a Parigi, ove il pittore terrà anche la sua prima personale. E s’apre un tempo coeso, caratterizzato dal senso d’un oscuro dolore e da una intensa drammaticità. La mostra ad Agrigento

Leggi Articolo »

Jean Fouquet. Scandalosa amante del re. Agnese a seno nudo diventa la Madonna

UN QUADRO IN 30 RIGHE - Agnès Sorel, la bellissima Agnès, è la favorita di Carlo VII. Piace molto anche al potente ministro del re, Étienne Chevalier. Quando la donna muore, nel 1450, Chevalier commissiona al maggior pittore francese del tempo, Jean Fouquet, un’opera per la chiesa di Melun...

Leggi Articolo »

Von Bayros, come facevamo l’amore ai tempi di D’Annunzio. Dai veleni liberty al sesso nel pineto

Tra questi due poli si muove la poesia e la poetica di D'Annunzio, sempre alla ricerca di un punto di purificazione. Von Bayros, pur indipendentemente dai lavori di D'Annunzio, interpreta con la stessa acutezza il sentimento erotico del tempo. Ed emergono i due lati presenti nel Vate. Il carico orizzonte orgiastico degli interni e la liberazione, nell'assoluto della quinta naturale, in cui il rapporto tra uomo e donna diviene vigoroso e naturale, la danza del rincorrersi, la coreografia d'appartenersi, pieni di pioggia tipieda e di sole e di mare e di sabbia

Leggi Articolo »

Bella e Chagall – L’amore non è amore se non ci si sente ardere e volare. L’autobiografia di Bella

Si guardarono e fu un colpo di fulmine. Lei scrittrice, lui povero pittore. Ma in quello sguardo c'era tutto quanto di più bello un uomo e una donna possono solo sognare. La grande storia d'amore raccontata da Bella, un'amore che fa volare, che arde senza mai consumare

Leggi Articolo »