Home / 2018 / marzo / 23

Archivi giornalieri: 23 marzo 2018

Papiro 55001, come facevamo l’amore ai tempi degli Antichi Egizi

E' il più ampio testo di illustrazione erotica dell'antichità egizia. E' contenuto nel papiro 55001, un fragilissimo documento che risale al 1150 prima della nascita di Cristo, quando in Egitto dominava la dinastia di Ramses e quando da noi la cultura era ancora piuttosto arretrata. Tanto per intenderci. Proprio in quegli anni sarebbe stata in corso la guerra di Troia, mentre in Sicilia sarebbe nata Trapani, probabilmente la più antica città d'Italia. Il papiro 55001 ci racconta invece di una cultura raffinata, al di là dal mare. Raffinata artisticamente e pure sessualmente.

Leggi Articolo »

Prima e dopo. Vestita e nuda, forbici e fili. Taglio. Per ritrovare la sorella morta. Hilla Kurki. Il video

Racconta: "Esistono solo due tipi di storie: dalla vita alla morte e dalla morte al mondo dei vivi. Dopo che mia sorella è morta, ho sentito di essere intrappolata in un limbo, nell'aldilà, che apparteneva a qualcun altro. Non l'ho solo persa, mi sono persa. La serie Of Loss and Lightness narra una storia di navigazione attraverso il dolore. Usando il mio corpo e gli abiti della mia defunta sorella, esamino la relazione tra ricordi e materiali. Gli oggetti possono contenere emozioni? E si può accedere a queste emozioni racchiuse intervenendo sulla loro materialità?"

Leggi Articolo »

Colorismo in pittura – Il colorismo veneto. Definizione, concetto ed esempi

Il colorismo è una modalità tecnico-pittorica - che ha caratterizzato, in passato soprattutto la scuola veneta - che assegna all'atto pittorico un'importanza maggiore rispetto al reticolo disegnativo steso, in preparazione, sul supporto del dipinto. La pittura viene così generalmente stesa senza che sulla tela o sulla tavola, al contrario della pittura dell'Italia centrale, molto vincolata al disegno - sia realizzato un minuzioso disegno preparatorio. Sicchè si può affermare che mentre i grandi maestri del rinascimento fiorentini o romani, di fatto, coloravano un disegno, restando ad esso vincolati, i veneti procedevano a plasmare la luce-colore con minori vincoli, utilizzando più il pennello che il lapis o il carboncino.

Leggi Articolo »

Quando nei dipinti irrompeva l’homo selvaticus. Mostro? Buon selvaggio? Marsia? Santo?

L'immagine medievale di un uomo irsuto con la clava in mano. Chi era questo personaggio inquietante?In molti casi nella pittura di derivazione araldica, come in alcune opere di Albrecht Dürer rappresenta un guerriero brutale che disconosce le regole cavalleresche e che, comunque, travolge il nemico. Poi, redento, diviene simile ad un eremita che protegge le comunità disperse sui monti. d’un nerboruto essere peloso che al principio era un dio

Leggi Articolo »

Lo scultore Byles vive per un anno nei boschi e “scolpisce” la foresta incantata. Il video

Racconta lo scultore: "Tutte le sculture sono temporanee e sono state realizzate utilizzando solo materiali naturali e trovano origine dalle conformazioni di ogni località. Non sono oggetto di mostra formale e l'opera compiuta può essere viste solo collettivamente sul mio sito web"

Leggi Articolo »

Una meravigliosa piscina privata ricavata in una vecchia cava di pietra

Una bella proprietà di 50 ettari nel cuore dei Berkshires, in Massachusetts, ha una caratteristica unica: una piscina lussuosa, riscaldata e autopulente che è stata ricavata da una vecchia cava di roccia calcarea. I progettisti hanno lavorato mantenendo, naturalmente, pareti e blocchi dirozzati, lavorando sul fondo dove sono stati creati i sottoservizi, come mostra il filmato. L'effetto rinvia a quello di antiche terme romane prive di copertura, ma eleganti e monumentali

Leggi Articolo »