Archivi Mensili: marzo 2018

Antonio Cifrondi, da Versailles a Brescia per dipingere mendicanti, poveri e furfanti

La sua pittura è l'esasperazione del barocco veloce, di decorazione. Aveva una tecnica rapida ma sicura. E' interessante ricordare l'episodio della scommessa vincente con i frati: mentre Cifrondi lavorava in una chiesa a Gandino, in Val Seriana, scommise con Padri del convento che, nel tempo impiegato da loro per recitare il vespro, egli avrebbe realizzato un quadro istoriato con molte figure

Leggi Articolo »

Andy Warhol – Quotazioni gratis, con schede. Valore quadri e multipli

Mostre che si susseguono in Italia e nel mondo. Warhol è l'icona pittorica del secondo Novecento, come Picasso aveva dominato la prima metà del secolo. Il record dell'artista è stato stabilito da "Silver Car Crash" che rappresenta un'auto distrutta in un incidente, osservata da più punti di vista, aggiudicata a un collezionista d'arte contemporanea, da Sotheby's New York

Leggi Articolo »

Ramona Zordini, quelle splendide lastre dell’amore fossile

E' come osservare le danze sessuali tra due ammoniti trasformate nell'interagire eterno di due grandi corpi fossilizzati; stavano accoppiandosi, durante la sciagure telluriche? E in questi ragazzi e ragazze non c'è pelle, non c'è guizzo; nessuna parola sussurrata, nessun amore, ma il pieno accesso all'anti-eros di De Sade e di Bataille. Il sesso distruttore. Per quanto plastiche e giovanilmente bellissime, le figure maschili e femminili  -  sono inserite in questi acquari dominati dall'anossia; ed è il senso di soffocamento a imperare e a rendere molto difficile che si sviluppi, nell'osservatore, un semplice pensiero erotico. Che diremmo dovessimo vedere donne e uomini iguana. uomi e donne coccodrillo? Se ragazzi e ragazze si trasformassero in serpenti, in un terrario acquario? I volti restano sott'acqua,  oppure ne sono al limite; i corpi avvertono questo punto estremo di collocazione e anziche colloquiare carnalmente tra loro, pongono una tensione inquietante al termine della danza sessuale, condotta senza interagire con l'altro/a a zordini 7 

Leggi Articolo »

Cos’è un achrome? E cosa significa nell’arte? Chi lo produsse? E perché? Il video

Piero Manzoni è uno degli artisti più radicali degli anni '50 e dei primi anni '60 che hanno segnato profondamente l'arte del Novecento, nonostante la sua vita brevissima, conclusasi, a causa di un infarto, pochi giorni prima del suo trentesimo compleanno. La serie Achrome è proprio quella in cui ha focalizzato e sviluppato la sua grammatica. A.cromo significa senza colore. Non è nemmeno un monocromo, cioé un opera realizzata con un solo colore. Ma è mancanza di colore stesso. La meditazione che Piero Manzoni induce è quello sulla struttura e sulla funzione di copertura e di finzione promossa dal colore stesso in ogni attività umana. Attraverso la sottrazione del colore, l'artista invita ad approfondire la valenza dell'impatto cromatico in ogni realtà e sottolinea la povertà della materia. Egli contribuisce a differenziare l'arte italiana dal modello seduttivo del pop americano, connaturato generalmente alla valorizzazione cromatica

Leggi Articolo »

Ambroise-Louis Garneray – L’avventurosa vita del pittore corsaro citato da Melville

Ambroise-Louis Garneray ebbe una vita avventurosa. Fu marinaio a tredici anni, soldato, mercante, negriero. Al fianco del terribile Surcouf assalì e depredò le navi degli inglesi, suoi mortali nemici. Poi decise di raccontare quelle mirabolanti imprese con pennelli e colori…Le opere del pittore francese con tale soggetto furono ampiamente descritte ed elogiate da Herman Melville nel Moby Dick

Leggi Articolo »

Il filo e la corda nell’arte contemporanea. Le opere di Yolanda Carbajales Ferreiro

Yolanda Carbajales Ferreiro (Caracaa, 1968), laurea in Belle Arti a Salamanca nel 1991, è un'artista venezuelana che è passata da una figurazione tradizionale - di matrice collocata tra realismo e surrealismo poetico - a un'indagine condotta sulle forze espressive prodotte da fili e corde. Disegni, dipinti, ready made riproducono e colgono le torsioni della filatura. E' da notare che, spesso, corde e filo sono utilizzati come mezzi espressivi dell'arte femminile, come ciò che unisce e separa, che cuce e che strappa. Ha realizzato numerose mostre personali e collettive in Spagna e in altri paesi, tra cui Portogallo, Inghilterra, Svezia, Francia e Italia

Leggi Articolo »

Come preparare una tela materica colorata con gesso, acrilico e spatola. Il video per imparare

Ben sappiamo quanto sia importante la preparazione della tela, in ogni caso. Evitando di costruire, generalmente, sull'imprimitura bianca e molto ricca di gesso, dell'imprimitura, cioè lo strato candido di materia. Anche a chi pratica una pittura tradizionale sarebbe consigliabile la stesura di una mano di uno o più colori che costituiscano la trama cromatica di base della composizione. Stendere i colori e lasciarli asciugare. Il trattamento della tela si rivela poi necessario se si intende ricercare la matericità. Sono indispensabili gesso, colla tipo vinavil, un colore acrilico, acqua

Leggi Articolo »