Home / 2018 / maggio / 06

Archivi giornalieri: 6 maggio 2018

La scultura mobile di Cambridge. Solo da un punto, che cambia, il caos diventa immagine perfetta. Il video

Breaking Wave è una scultura cinetica anamorfica creata da Plebian Design and Hypersonic  e collocata nella hall della Biogen Idec lobby di Cambridge. Le ondate di rottura dei raggruppamenti dei piccoli e leggeri globi sospesi raccontano la storia della ricerca di modelli, ed i risultati sorprendenti che arrivano, cambiando il nostro punto di vista. 804 sfere sospese si muovono in una formazione ondulata. Quando le sfere oscillano momentaneamente in una nuvola, da qualsiasi punto della stanza, questa nube è puramente caotica, ma da un punto assume una forma perfettamente leggibile. La scultura cinetica ricorda il labirinto che presiede alla ricerca della conoscenza, e, inoltre, un fiore di Fibonacci, a spirale, che allude all'ordine naturale e ai modelli che si trovano in natura.

Leggi Articolo »

Angelo Morbelli – L’arte che denunciò la pedofilia e il commercio delle ragazzine

Va considerato il fatto che, per costruire un soggetto reiterato da Morbelli in due dipinti, il fenomeno doveva essere piuttosto diffuso e preoccupante. Preoccupante, ma nascosto da quel concetto di rispettabile silenzio che copriva connivenze, convergenti utilità – molte bambine, figlie di prostitute, venivano vendute dalle madri ai clienti – e il disagio di riconoscere la perversione come realtà presente in un ordine sociale che avrebbe voluto mostrarsi adamantino, nella sua ineccepibilità morale.

Leggi Articolo »

Sfida tra pittura e scultura – Una battaglia di due secoli senza vinti né vincitori

In luce è ancora la scultura, collocata dall’artista in primo piano, mentre la pittura si trova in una posizione defilata, quasi che stia cercando di inseguire e superare l’elegante antagonista. Ma non può sfuggire, in un gioco di rinvii tutto barocco, che la scultura è dipinta magistralmente, segno che la sua vittoria parziale diviene una sconfitta definitiva a causa dell’abilità del pittore dal quale è raffigurata

Leggi Articolo »

Desiderio da Settignano – La divina grazia dell’infanzia. La gioia, il sorriso. La vita

Dolcezza, forza e luminosità sono le caratteristiche salienti dell’opera di Desiderio da Settignano, artista che, come la maggior parte degli scultori precedenti Michelangelo, è stato lungamente e ingiustamente trascurato dalla critica, ma che, con le sue creazioni di estrema intensità espressiva, di grande carica emotiva, di levità e di grazia, esercitò in realtà una forte influenza nella particolare fioritura della scultura che caratterizzò il terzo quarto del Quattrocento fiorentino

Leggi Articolo »

Domenico Gnoli – Il dominio gigantesco del particolare

Domenico Gnoli (3 maggio 1933-17 aprile 1970) pittore e scenografo, romano, ha lavorato sia in ambito artistico che a livello di illustrazione, con esiti sempre qualitativamente alti. Ha studiato scenografia presso l' Accademia di Belle Arti di Roma, e ha iniziato un breve periodo di progettazione, nel corso del quale ha ottenuto numerosi consensi. A seguito di questo successo, si è trasferito a New York , dove, tra l'altro, ha lavorato per riviste come Sports Illustrated e Fortune. Sotto il profilo stilistico, egli riprende situazioni surrealiste, con una pittura molto dettagliata, vicina a Magritte.

Leggi Articolo »

Perchè l’arte naif ebbe tanto successo? Il video

La rivoluzoone dell'arte moderna passa attraverso la semplificazione e la sintesi che stanno nella pittura e nella scultura primitive. Consensi - talora venati di ironia e sarcasmo - ebbero a Parigi le opere del Doganiere Rousseau, un impiegato del dazio che avviò una ricerca da dilettante, ma ricca di intense suggestioni. Rousseau ebbe il merito di dischiudere, sulla linea aperta più intellettualisticamente dai simbolisti, una strada legata sogno, che tanta influenza avrebbe avuto sul Surrealismo, impastata con la proiezione della psicanalisi e del marxismo

Leggi Articolo »

Le nuove, grandiose illusioni ottiche nella pittura sull’asfalto. Il video

La street art è soprattutto una pittura di protesta e di affermazione dell'identità dei gruppi giovanili che vivono ai margini della società borghese e dell'ideologia consumistica. Ma sempre più spesso, accanto all'ormai tradizionale pittura visionaria urbana, corre una via finalizzata a creare opere di grande effetto scenografico, che tendono a dilatare lo spazio asfittico delle città, creando mondi paralleli

Leggi Articolo »