Home / 2018 / novembre / 12

Archivi giornalieri: 12 novembre 2018

Richter cerca il Sublime e l’anti-nichilismo. Sì, è lui, con l’astratto, che tiene in vita la pittura di paesaggio. Il video

Ampie tirature verticali e diagonali forniscono una struttura architettonica che demarca la tela in ciò che può essere letto come due regni binari che solo Richter potrebbe creare: il terreno e il celeste, il fisico e lo spirituale, l'oscurità e la luce, la creazione e la distruzione, il bene e il male e l'equilibrio dei due. Un ricco spettro di pigmenti si illumina con la solennità del vetro colorato, mentre un'esplosione di luce bianca fuoriesce dal profondo strato nero del sottosuolo in una risonante esaltazione. L'interscambiabilità tra luce e oscurità davanti e dietro tra queste lamine eteree, rispettivamente in strisce unite e spalmate e spesse accensioni, destabilizza radicalmente ogni senso di profondità; piuttosto, la frantumazione improvvisativa del colore vibra contro le nostre retine e riecheggia nelle nostre orecchie mentre il timore emotivo e spirituale di questa pittura diventa un'esperienza fisica

Leggi Articolo »

Van Loo (1614-1670): “Fate l’amore, non fate la guerra”. La mossa infallibile di Venere su Marte. Video

Nel Rinascimento Italiano - come in Botticelli - troviamo invece scene di riposo appagato dei due amanti - dopo quello che i poeti dell'epoca definivano il dolce fatto d'arme -: mentre lei è mollemente abbandonata, ma sveglia, Marte, dopo aver fatto l'amore, è precipitato in un sonno profondo, anche grazie al suono del piccolo satiro, che sembra svegliarlo, ma in realtà, gli induce una dispersione panica, per completare l'azione svolta da Venere. E affinchè il sonno della guerra sia il più lungo possibile.

Leggi Articolo »