Archivi giornalieri: 29 marzo 2019

O Cielo, mio marito! Quando lui sorprende lei con un altro. A partire dal Tintoretto

La registrazione dell'attimo gravemente sfortunato, ma eccitante per i voyeurs, non certo per chi calca una scena così scomoda e orribile, fu codificato dalla pittura antica con la vicenda sfortunata di Marte, Venere e Vulcano. Una storia di tutti i tempi. Vulcano è vecchio, ma ricchissimo, perchè sta tutto il giorno in officina - nel suo antro - a produrre strumenti di metallo. La mogliettina, giovanissima e attraente - come può essere Venere, appunto - vive nell'agio e si annoia un po', ma soprattutto è attratta dalla giovinezza vigorosa di Marte, dio della Guerra che non lesina sforzi negli agoni amorosi

Leggi Articolo »

Memento mori a Pompei, cosa significa la farfalla?

La ruota è la fortuna. La fortuna della vita. Essa gira fino a quando l'uomo è vivo e può sospingerlo, per puro caso o per qualche piccolo merito, orientandone il corso, verso la ricchezza - rappresentata dal bel mantello, alla nostra sinistra o verso la povertà (gli abiti rudi, la bisaccia, il bastone del povero e del vagabondo). Comunque sia è sempre il caso, considerata la circolarità della ruota, a creare una fortuna - anche economica - all'individuo o a costringerlo nella povertà assoluta.

Leggi Articolo »

Farfalle di carta, come realizzarle in un attimo. Il video tutorial

Non siamo di fronte agli origami, che richiedono piegature senza tagli, ma ad un simpatico e facile lavoro per realizzare elementi decorativi, con semplicità e rapidità, magari con l'intento di giungere alla sorprendente tecnica orientale. Un lavoro ottimo anche sotto il profilo dell'esercizio della mobilità fine nei bambini e negli anziani, che non devono perdere uno stretto collegamento tra mente e mani. Il video ci mostra quanto siano poco complesse le piegature e quanto carino sia il risultato. E perchè non trasformare una stanza in un prato d'inizio estate, attraversato da tanti voli colorati?

Leggi Articolo »

Iside Calcagnile, lacerti di potatura e ramoscelli come reliquie canterine. Immortali

L'artista: "È sui punti in cui è avvenuto il taglio del ramo che si pone l’occhio dell’osservatore, il quale è rimandato a scoprirne l'estensione, in un secondo momento. La potatura diventa un nucleo organico da proteggere, una piccola reliquia e, allo stesso tempo, diviene portavoce della propria capacità segnica. Questo dispositivo di segni non va trattato come un testo da decrittare - non vi è la pretesa di tracciare un discorso - piuttosto una sillabazione di piccoli versi, ognuno con un'inclinazione, uno spessore, una posizione, una sorta di postura"

Leggi Articolo »